24 Giugno 2024, lunedì
HomeNewsGli stupefacenti rientrano nei ranghi

Gli stupefacenti rientrano nei ranghi

Tornano sotto la vigilanza del ministero della salute tutti gli stupefacenti sottoposti a controllo in attuazione di convenzioni internazionali ed anche le nuove sostanze psicoattive introdotte sulla base delle nuove acquisizioni scientifiche negli ultimi anni. Questo l’effetto del decreto legge approvato ieri dal Consiglio dei ministri su proposta del ministro della salute, Beatrice Lorenzin, in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope, prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza, nonché di impiego di medicinali meno onerosi da parte del Servizio sanitario nazionale. La sentenza della Consulta del 12 febbraio 2014 che ha interessato alcune norme della disciplina vigente in materia di stupefacenti ha determinato l’effetto di escludere dal novero delle sostanze sottoposte alla vigilanza del Ministero della Salute tutte quelle sottoposte a controllo in attuazione di convenzioni internazionali ed anche le nuove sostanze psicoattive introdotte sulla base delle nuove acquisizioni scientifiche negli ultimi anni; si era creato quindi – spiega una nota di palazzo Chigi – un vuoto normativo che il decreto colma con urgenza per garantire la tutela della salute dei pazienti e la certezza delle regole per tutti gli operatori sanitari.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti