17 Giugno 2024, lunedì
HomeNewsCredito ai professionisti

Credito ai professionisti

Più facile l’accesso al credito per gli studi professionali. Per la prima volta infatti uno strumento, già operativo da 18 anni ma pensato per le piccole e medie imprese, è stato allargato ai professionisti. E non parliamo solo delle professioni ordinistiche, ma anche delle professioni regolamentate dalla legge n. 4 del 2013: tributaristi, informatici, osteopati, chinesiologi e così via. Un mondo che negli ultimi anni è stato colpito da una forte crisi di liquidità a causa della riduzione dei fatturati e dell’allungamento oltre ogni limite di decenza dei tempi di pagamento da parte dei clienti. Fino ad oggi un professionista che si fosse recato in banca a chiedere un mutuo per ristrutturare lo studio o per ingrandirlo l’avrebbe ottenuto soltanto offrendo una garanzia personale, come per esempio l’ipoteca sulla casa, o con una fideiussione. Da domani la garanzie ce la metterà lo stato. Da lunedì 10 marzo sul sito del ministero dello sviluppo economico (www.fondodigaranzia.it) sarà infatti aperta una nuova sezione dedicata appunto ai professionisti. Questi potranno così registrarsi e, attraverso un percorso semplificato e che non richiede la produzione di documenti cartacei, potranno arrivare ad ottenere la garanzia di ultima istanza dello Stato, che opera in caso di inadempimento da parte del Fondo per tutti gli impegni assunti a titolo di garante, controgarante e cogarante, attivando il meccanismo della ponderazione zero che permette alle banche di ridurre l’importo degli accantonamenti a titolo di rischio.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti