29 Febbraio 2024, giovedì
HomeNewsEquens adotta l’open source di Red Hat

Equens adotta l’open source di Red Hat

Equens ha scelto le piattaforme di Red Hat per i propri servizi di business, implementando un graduale passaggio verso l’open source. Dopo aver adottato il sistema operativo Red Hat Enterprise Linux (RHEL), Equens ha esteso la presenza delle soluzioni Red Hat con JBoss Enterprise Application Platform in Italia e la piattaforma di virtualizzazione Red Hat Enterprise Virtualization.

«La piattaforma Red Hat ci ha permesso di ottenere significativi vantaggi operativi , quali la massima apertura e l’indipendenza dai singoli vendor, la garanzia di supporto in tema di proprietà intellettuale e la compatibilità certificata con un gran numero di soluzioni di terze parti – spiega Raffaele Zeuli, Distributed System Manager di Equens in Italia. Nel tempo la partnership si è consolidata e abbiamo esteso la presenza di Red Hat adottando JBoss e RHEV».

Il progetto, avviato nel 2012 e attualmente in fase di implementazione, mira a ottenere una serie di vantaggi operativi ed economici dalla virtualizzazione, in particolare nella riduzione dei costi operativi, nell’ottimizzazione delle risorse tecnologiche e nella gestione semplificata dell’infrastruttura. In seguito all’esperienza italiana, anche a livello corporate è in valutazione una analoga strategia open source.

«Il mercato del processing dei pagamenti è per sua natura critico, e l’affidabilità e le prestazioni tecnologiche rivestono un ruolo assolutamente fondamentale» – spiega Gianni Anguilletti, Country Manager di Red Hat Italia. «Per questo motivo siamo particolarmente soddisfatti ed orgogliosi della scelta compiuta da Equens, leader del payment processing nel mercato Europeo, che ha abbracciato ad ampio spettro le nostre tecnologie per condurre le proprie attività in modo più efficiente ed affidabile a fronte di costi più contenuti».

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti