5 Marzo 2024, martedì
HomeItaliaEconomiaCinque miliardi alle imprese

Cinque miliardi alle imprese

Al via il «Pacchetto Imprese» di Cassa Depositi e prestiti con 5 miliardi di euro a disposizione:
– 2,5 miliardi di euro per la Sabatini-bis (si veda ItaliaOggi del 25 e 28 gennaio 2014),
– 2 miliardi di euro per il finanziamento delle imprese mid cap (con un numero di dipendenti compreso tra 250 a 3mila),
– e 500 milioni di euro per il finanziamento delle imprese che sottoscrivono un contratto di rete.
Sono questi i numeri del «Pacchetto Imprese» approvato dalla Cdp durante la riunione del 29 gennaio del Consiglio di amministrazione. Si tratta di una serie di misure finalizzate ad agevolare l’accesso al credito da parte delle imprese italiane. Fino ad oggi la Cdp aveva finanziato tramite lo strumento Plafond pmi solo le imprese che rispettavano la definizione comunitaria di pmi. Cioè un’impresa con meno di 250 dipendenti e con un fatturato non superiore a 50 mln di euro o un totale attivo al di sotto dei 43 mln di euro. Ora viene presa in considerazione la classificazione di pmi utilizzata dalla Bei (Banca europea degli investimenti). Inoltre con questo nuovo provvedimento le casse della Cdp si aprono anche alle grandi imprese che impiegano fino a 3 mila unità.
Rafforzamento, Plafond pmi
Nuova definizione di pmi. Cdp informa che lo strumento è pari attualmente a 18 mld di euro (8 mld di euro del Plafond pmi varato nel 2009 e 10 miliardi di euro del Nuovo Plafond pmi, lanciato nel 2012), e ha già erogato circa 13 mld in favore di oltre 80 mila imprese. L’ente ha ritenuto di rafforzare l’offerta delle iniziative a sostegno degli investimenti delle imprese aumentando i potenziali beneficiari. Per farlo ha deciso di prendere in riferimento la definizione di pmi della Bei, vale a dire imprese fino a 250 dipendenti, a prescindere dal fatturato e dall’attivo di bilancio.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti