29 Febbraio 2024, giovedì
HomeNewsIntesa Sanpaolo “rinnova” Mediocredito Italiano

Intesa Sanpaolo “rinnova” Mediocredito Italiano

37 miliardi di euro di impieghi, 7 poli regionali e una rete capillare con servizi di leasing e di advisory per l’agroindustria. Sono i numeri del “nuovo” Mediocredito Italiano, il polo per la finanza di impresa del Gruppo Intesa Sanpaolo, dopo una nuova riorganizzazione che segue quella del 2008.

IL NUOVO CUORE DEL LEASING – Al Mediocredito Italiano sono state ricondotte le attività di leasing del Gruppo, con l’incorporazione di Leasing, Centro Leasing e del ramo leasing di Neos Finance. Nel nuovo polo rientra anche Agriventure SpA, struttura dedicata all’agroindustria, acquisita da Intesa Sanpaolo e Banca CR Firenze.

80MILA CLIENTI IMPRESE – Il “polo per la finanza d’impresa” servirà più di 80mila clienti per un totale, come detto, di 37 miliardi di euro, di cui 28 erogati verso PMI: per quest’ultime, i bisogni emergenti continuano a essere la crescita dimensionale necessaria al raggiungimento della massa critica, la capacità di sfruttare la forza delle filiere, gli investimenti in innovazione e internazionalizzazione e l’ottimizzazione della struttura finanziaria.

TRE LINEE DI ATTIVITA’ – Tre i filoni di attività: consulenza/advisory, finanziamento specialistico/credito agevolato, e infine il leasing. Per l’intero Gruppo, Mediocredito Italiano gestirà gli interventi di finanza agevolata e il finanziamento alla ricerca e innovazione, anche grazie ad accordi con associazioni di categoria, associazioni imprenditoriali e altri partner che offrono servizi di consulenza a clienti e imprese del Gruppo.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti