29 Febbraio 2024, giovedì
HomeItaliaEconomiaEni, accordo con il governo ucraino per l'esplorazione offshore

Eni, accordo con il governo ucraino per l’esplorazione offshore

Eni ha firmato oggi a Kiev con il governo ucraino un production sharing agreement per l’esplorazione e lo sviluppo di un’area situata nelle acque convenzionali del Mar Nero ucraino. L’area si estende su circa 1.400 chilometri quadrati nelle acque al largo della Crimea orientale, e include la licenza Subbotina, dove è stata fatta l’omonima scoperta a olio, e le licenze Abiha, Mayachna e Kavkazka, conosciute complessivamente come Pry Kerch block, dove sono state individuate diverse strutture potenzialmente mineralizzate a olio e gas. Eni è operatore, con una partecipazione del 50%, di una joint venture composta anche da Edf (5%) e dalle aziende di stato Vody Ukrainy (35%) e Chornomornaftogaz (10%), interamente controllate rispettivamente da NJSC Nadra Ukrainy e NJSC Naftogaz Ucraina. L’accordo, che fa seguito agli accordi di collaborazione stabiliti nel 2011 con le società di stato, rafforza in modo significativo la presenza di Eni in Ucraina, dove la società è presente dal 2011 nelle licenze Zagoryanska e Pokroskoe situate nel bacino Dniepr-Donetz. Nel 2012, Eni ha acquisito una quota di partecipazione del 50,01% e l’operatorship in LLC Westgasinvest, società che attualmente detiene i diritti di nove aree a gas non convenzionale nel bacino di Lviv, in Ucraina occidentale, per un totale di circa 3.800 chilometri quadrati.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti