18 Aprile 2024, giovedì
HomeMondoOrrore nelle Filippine: morta bimba nata dopo il tifone Haiyan, i respiratori...

Orrore nelle Filippine: morta bimba nata dopo il tifone Haiyan, i respiratori non funzionano perchè non c’è corrente

Era nata cinque giorni dopo il tifone Haiyan che ha devastato le Filippine la piccola Althea Mustacia, ma la sua vita è durata solo tre giorni. È morta ieri in un ospedale di Tacloban, dove i respiratori che avrebbero potuto salvarla non funzionavano a causa della mancanza di energia elettrica. La sua breve vita si è svolta tutta nella cappella del centro medico, dove i 28 neonati ricoverati erano stati trasferiti a causa dei danni al reparto neonatale. Althea era venuta al mondo con asfissia neonatale, incapacità di respirare responsabile del 20% delle morti alla nascita registrate ogni anno al mondo, quasi un milione di bambini, e di altrettanti neonati con danni permanenti come epilessia, deficit della vista e paralisi cerebrale. Un problema che nei Paesi sviluppati è invece raro grazie agli alti standard di assistenza al parto, tanto che negli Usa è la decima causa di morte dei neonati. Althea era nata il 13 novembre, cinque giorni dopo che il tifone si è abbattuto sulle Filippine causando la morte di oltre 3.600 persone. I suoi genitori hanno tentato di sostituirsi ai respiratori fuori uso dell’ospedale danneggiato dal ciclone, utilizzando sistemi di ventilazione manuale. Per tre giorni si sono alternati al dispositivo con cui soffiare ossigeno nei polmoni della piccola. Ma i loro sforzi non sono stati sufficienti e Althea non ce l’ha fatta.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti