25 Febbraio 2024, domenica
HomeNewsA Firenze nuovo processo ma senza Amanda Knox e Raffaele Sollecito

A Firenze nuovo processo ma senza Amanda Knox e Raffaele Sollecito

A Firenze è il giorno della prima udienza del nuovo processo d’appello per l’omicidio di Meredith Kercher, la studentessa inglese uccisa a Perugia la notte tra il primo e il 2 novembre 2007. Non saranno in aula i principali imputati Raffaele Sollecito e Amanda Knox, condannati in primo grado rispettivamente a 26 e 25 anni di carcere e poi assolti in appello. Una sentenza poi annullata dalla Corte di Cassazione con una decisione che ha reso necessario il nuovo dibattimento.

Attenderà all’Università, dove studia, nella sua Seattle notizie sulla prima udienza del nuovo processo d’appello, Amanda Knox che ha già più volte annunciato di non voler tornare in Italia. ”Non tornerò anche perché la mia presenza è sempre stata elemento di distrazione in aula. E’ incredibile – ha detto la studentessa americana in un’intervista pubblicata sul Corriere Fiorentino, il dorso locale del Corriere della Sera – quante volte si è parlato di ciò che indossavo, di come mi acconciavo i capelli o se sorridessi o no ai miei genitori rispetto alle prove del caso. Non tornerò per evitare quel circo”.

Rispondendo poi a una domanda sui giudici di Firenze che esamineranno la sua posizione e quella di Raffaele Sollecito, ha dichiarato : “Devo avere una possibilità di confrontarmi con Guedè in tribunale”. A proposito del il giovane ivoriano già condannato a 16 anni con rito abbreviato per l’omicidio di via della Pergola a Perugia, Amanda ha aggiunto: “E’ sorprendente come Guedè se l’è cavata se si considerano le prove contro di lui”, sottolineando che il giovane ivoriano ha fornito diverse versioni per spostare le responsabilità verso di lei e Sollecito, magari pensando di avvantaggiarsene con una sentenza più mite.

“Sereno ma teso per l’importanza dell’appuntamento” è apparso anche Raffaele Sollecito al suo difensore, l’avvocato Giulia Bongiorno. Il giovane pugliese si trova in vacanza ai Caraibi e nei giorni scorsi il padre ha spiegato che tornerà per quelle che dovrebbero essere le udienze chiave dell’appello bis, alla fine di ottobre.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti