21 Maggio 2024, martedì
HomeItaliaEconomiaPd, rompicapi siciliani a Roma con Crocetta

Pd, rompicapi siciliani a Roma con Crocetta

Non bastasse il congresso, non bastassero le larghe contese con il Pdl, arrivano dalla Sicilia le nuove grane per il Partito democratico. E arrivano da Palermo a Roma con le sembianze del governatore dell’Isola, Rosario Crocetta, che si è ritrovato senza l’appoggio del Pd regionale alla sua giunta ed è pronto a sbarcare oggi nella Capitale che incontrerà prima  Pier Luigi Bersani e poi il segretario Guglielmo Epifani  per un vertice a tre.  All’indomani dell’infuocata direzione regionale del Pd che ha deciso “l’uscita immediata dalla giunta” degli assessori in quota democratica e lo stop al sostegno al governo, la situazione è rimasta del tutto ingarbugliata. Due degli assessori in quota Pd, Nelli Scialabra (Formazione)e Maria Lo Bello (Ambiente) , hanno fatto sapere che non si dimetteranno mai, mentre gli altri due, Luca Bianchi (Economia) e  Nino Bartolotta, sono rimasti al loro posto ma si sono detti pronti a rimettere il loro incarico nelle mani di Crocetta se lo strappo non  sarà ricucito: “Pronto a gettare la spugna”, ha detto Bianchi, “ma attendo un chiarimento con il partito nazionale per verificare se ci sono margini di ricucitura dello strappo”. Il segretario del Pd siciliano, Giuseppe Lupo, è stato però categorico: “Questi assessori per me sono fuori dal partito, Bianchi può parlare con chi vuole ma è il Pd siciliano che ha deciso  e sono fuori dal Pd anche Crocetta e gli altri dirigenti del Megafono che fanno parte di gruppi parlamentari o consiliari nei comuni diversi da quelli democratici”.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti