23 Febbraio 2024, venerdì
HomeItaliaEconomiaMal di testa da spesometro

Mal di testa da spesometro

Alcuni dati del modello del nuovo spesometro e delle relative specifiche tecniche sono errati e talvolta in contraddizione. Questo è quello che emerge dal provvedimento n. 94908 del 2/8/2013 dell’Agenzia delle entrate, che in questi giorni gli studi stanno esaminando cercando di impostare il lavoro in vista della ormai prossima scadenza del 12-21 novembre (invio dei dati relativi al 2012). Una prima osservazione che emerge in generale è che il provvedimento (forse licenziato in fretta, alle porte delle ferie…) dice delle cose, il modello ne richiede altre anche in più, e le specifiche tecniche ulteriori e con dettagli da considerare attentamente, per cui per avere una visione completa dei dati richiesti occorre mettere accanto i tre documenti (provvedimento, modello, specifiche) e farne una specie di summa, in quanto non sono solo l’uno l’applicazione e spiegazione dell’altro.
A quasi due mesi dall’emanazione del provvedimento, poi, non è ancora uscita la necessaria circolare esplicativa, per cui si capisce bene come le software houses siano in ritardo nel rilascio di versioni attendibili dei programmi, sui quali cominciare a lavorare.

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Commenti recenti