Il virus viaggia nella mente umana, non lasciamoci intopidire

|a cura di Maria Parente

Leggo da qualche parte che questa pandemia da Covid19 altro non è che la grande opportunità per ripartire, tutti insieme, evocando una nuova era in cui niente sarà più come prima, in primis, comprimendo libertà e diritti dell’intera popolazione mondiale. Ho letto che qualcuno, dal soldo facile, vorrebbe impadronirsi della mente umana, plasmandola a suo piacimento, intorpidendola, per rendere l’uomo succube, fragile, timoroso. Magari per poterlo indirizzare verso le scelte degli altri, adibendo l’uomo a mero strumento di realizzazione per soddisfare non più le esigenze personali per cui ognuno normalmente agisce ma per incrementare e raggiungere gli obiettivi che soddisfano le necessità di chi ci comanda.

Cinquantaquattro giorni e precisamente dal 10 marzo al 4 maggio 2020 la popolazione mondiale è stata costretta a barricarsi nelle proprie abitazioni, gli Stati ricorrendo a misure coercitive qualora qualcuno non avrebbe rispettato le imposizioni. Mascherine obbligatorie, nelle auto si circola in due persone e muniti scrupolosamente di autocertificazione(e mascherina) per provare l’impellenza dello spostamento. A far la spesa può recarsi una persona per famiglia, munita di mascherina e distanziandosi dall’altro di almeno un metro, onde evitare di essere tacciato come untore, perché ognuno di noi potrebbe essere asintomatico e dunque portatore di un virus che si diffonde con le goccioline emesse da colpi di tosse e starnuti. Per mesi le tv nazionali ci hanno bombardato di queste immagini, di esperimenti provati dalla stessa Cina, di due ragazzi rinchiusi in una stanza che starnutiscono con insistenza ed emettono queste particelle liquide che a quanto dicono se inalate e contenente il virus potrebbero essere mortali. Dunque non solo i “veri” ammalati Covid19 intubati visti e rivisti nelle immagini condivise a sbafo sui social ma anche chi, fortunatamente, non si è ritrovato nelle peggior condizioni deve aver timore di temere perché esistono , come già detto, gli asintomatici. La conclusione a cui si vuole arrivare è questa: siamo tutti ammalati o contagiati, non esiste via di scampo.

Il lockdown diventa mentale.

Il popolo, o meglio, quella parte più suscettibile composta da anziani e ammalati, ha paura, per se o per qualche familiare immunodepresso : come dargli torto? I media parlano di un “nemico invisibile” che sfugge ad ogni forma di controllo e che potrebbe attecchire chiunque da un momento all’altro e senza che il soggetto ne abbia consapevolezza. Per una persona già ammalata essere colpiti da Covid19 significa morte certa. Ma attenzione perché i soggetti immunodepressi, cardiopatici o con problemi respiratori, rischierebbero la vita anche beccando la comune influenza che ogni anno colpisce la popolazione terrena dettaglio che però i media non lasciano passare, focalizzando attenzione e energie sul temutissimo Coronavirus che quest’anno sta macinando vittime in tutto il mondo: “vedi l’Italia, guarda in Brasile, ed in America? Poi in Argentina, ancora nuovi casi in Cina!

…ne usciremo vivi?

Probabilmente si, perché la major dei farmaci si attivano sin da subito per la creazione di un vaccino universalmente valido a salvare chi resta poiché, stando ai numeri diffusi dalle agenzie stampa, la popolazione mondiale è seriamente decimata, dal Coronavirus. Bill Gates con la sua Moderna è uno tra i primi a mettersi in moto per la sperimentazione: possiamo dormire sonni tranquilli, entro fine 2020, questa la promessa della Bill & Melinda Gates Foundation, arriverà il vaccino destinato prioritariamente a medici, infermieri, forze dell’ordine fino ad essere disponibile per tutta l’umanità.

Pensate che qualche anno prima, nel 2016, la Fondazione di Bill Gates ha investito 20 milioni di dollari nell’azienda farmaceutica Moderna TX INC, promuovendo progetti di sviluppo basati sull’mRNA per varie malattie infettive. Nel gennaio 2020, proprio ModernaTX INC ha completato la sequenza per mRNA-1273, il vaccino della compagnia, che utilizza la proteina Spike (S) contro il nuovo Coronavirus, senza dimenticare che da qualche anno l’OMS vede tra i suoi maggiori finanziatori non gli Stati membri bensì enti privati, i cui finanziamenti costituiscono i tre quarti del patrimonio dell’OMS. Tra essi spiccano le principali case farmaceutiche e organizzazioni private come la Melinda e Bill Gates Foundation e la Gavi Alliance sempre fondata da Bill Gates (che sta investendo anche in Italia diversi progetti a sostegno della ricerca di un vaccino contro Sars-Cov-2). Lo stesso Bill Gates che nel 2017 ha fondato la Coalition for Epidemic Preparedness Innovations (Cepi) nata per velocizzare e coordinare la ricerca scientifica in tema di vaccini.

Tutta roba vecchia, da complottisti o ancor peggio da negazionisti, teorie perditempo che parte da quella schiera di persone “ribelli” che si svegliano un bel mattino e in diretta dalla propria abitazione provano a smuovere le coscienze per invitare le persone a riflettere, a fare ricerche per conto proprio e non affidarsi esclusivamente a ciò che le tv riferiscono.

E se foste voi che credete e suffragate le tesi propinate dai media nazionali a partecipare ad un complotto costruito ad arte da chi si muove semplicemente per rimpinguare le proprie tasche, provate da grossi investimenti in tema di sperimentazioni e ricerche? Quale interesse si nasconde dietro chi è proteso a “smontare” l’esistenza del Coronavirus, a differenza di chi, come Gates, ha investito fior di milioni in case farmaceutiche promuovendo progetti di sviluppo basati sull’mRNA per varie malattie infettive?(manco a farlo apposta!)

Nessuna invenzione, nessuna fantasia: quanto riportato in questo articolo è stato scritto e condiviso da tante altre testate da cui è possibile aver riscontro semplicemente facendo qualche ricerca.

Fossi in voi qualche dubbio mi assalirebbe.

Written By
More from Redazione

Oroscopo dal 14 al 20 settembre

Ariete: Settimana energetica. L’amore sarà caratterizzato da un buon romanticismo, non vi...
Read More