1 Novembre 2020, domenica
Home L'Opinione Rendere i popoli inoffensivi e sottomessi al potere: la strategia del Covid19

Rendere i popoli inoffensivi e sottomessi al potere: la strategia del Covid19

|a cura di Maria Parente

Personalmente temo quando le persone rifiutano la verità, assuefatte dall’informazione mistificata e divulgata dai media nazionali: si, lo ammetto, tutto questo mi fa paura.

Ogni giorno invito o quanto meno provo a spronare i lettori ad alzare lo sguardo oltre la punta del proprio naso perché solo noi possiamo essere padroni di noi stessi e delle nostre menti, non dobbiamo essere manipolati e renderci complici dei piani architettati da chi, ahimè, ci governa in Italia e nel mondo. Questa “pandemia” che ha devastato il nostro mondo, la quotidianità, ha moderatamente ucciso il sociale, ma più di ogni altra cosa ha indebolito psichicamente la stragrande maggioranza degli italiani, potrebbe in realtà essere semplicemente un mezzo per distarre le popolazioni mondiali da quanto di più importante potrebbe accadere negli anni a venire, da rivoluzioni politiche ed economiche, geografie impensabili che soppianteranno il presente e noi saremo solo plastilina nelle mani di sapienti artigiani che porteranno il mondo alla deriva.

Fermi lì: non tacciatemi di negazionismo! Sono certa che lo faranno tutti quanti non converranno con il mio discorso ma io, vorrei sia ben chiaro, intendo solamente invogliarvi all’informazione, alla ricerca, all’approfondimento di una situazione che non è quella realizzata da servizi televisivi e articoli composti ad hoc.

photo credits: disquisendo.wordpress.com

Da un rapido e intuitivo confronto con i dati ISTAT riportati in foto la decimazione del popolo senza coronavirus e con coronavirus solleva giusto qualche perplessità: perché tutto questo allarmismo se il numero di morti, paragonando lo stesso trimestre dell’anno 2019 all’anno 2020, per influenza, è addirittura maggiore rispetto al dato dei decessi provocati dalla pandemia? Con la pandemia, a causa del Coronavirus, dopo tutto il terrore che ci hanno fatto vivere ed inculcato per mesi, abbiamo niente di meno che ventimila decessi in meno rispetto al 2019.

Ogni giorno, pensate, muoiono in Italia all’incirca 1.780 persone , e non di coronavirus: dunque perché esercitare strategie di panico che se non altro indeboliscono le persone mentalmente ed anche soprattutto a livello metabolico? Ebbene si: la paura e lo stress prodotto dalla campagna terroristica che vi propinano i vostri beniamini fa si che si abbassino le difese immunitarie rendendovi ancora più suscettibili a qualsiasi tipo di malattia, mica solo al coronavirus!

Noi, mi ci inserisco anche io nella lista, probabilmente manco abbiamo idea di cosa si nasconde dietro tutto questo spettacolo dell’orrido e quali trame farneticanti prenderanno vita nel men che non si dica.

Amici e lettori, se volete vivere serenamente vi vonsiglio di fare un rapido reset di quanto ascoltato nei mesi precedenti: informatevi, andate voi stessi alla ricerca della verità, le televisioni non fanno informazione poiché politicizzate, faranno trasparire sempre e solo i messaggi che tornano utili al sistema, lobotomizzandovi.

Molti di voi faranno il vaccino, vero?

Sponsorizzato

Ultime Notizie

Programmazione nel weekend

Sabato 31 Rai 1 Show: Ballando con le stelleRai 2 SWAT: stagione 3Rai 3 Approfondimento: Sapiens – Un solo...

Ricetta degli spaghetti con pesto di pomodori secchi e gamberi

Per un sabato da gustare, o volendo anche la domenica, preparate gli ‘spaghetti con pesto di pomodori secchi e gamberi’

Partite della sesta giornata

 Sabato 31 ottobre 2020 Stadio: Ezio Scida - CrotoneOre 17:00 Crotone -Atalanta Stadio San Siro -...

Covid19,test e tamponi: quali sono le differenze

Quelli che chiamiamo semplicemente test, sono di solito test sierologici o anticorpali, mentre quando si parla di tamponi si intendono i test...

Commenti recenti