Covid19, dati sui contagi falsati per forzare le ripartenze: ecco cosa sta succedendo

|a cura di Maria Parente

Lombardia, Piemonte e Liguria nel mirino della Fondazione bolognese Gimbe accusate di falsare i dati sui contagi per poter finalmente ripartire: accusa shock e sconcertante che impone all’amministrazione lombarda la decisione di querelare la fondazione.
Dopo 23 giorni dall’allentamento del lockdown in queste Regioni si rileva la percentuale più elevata di tamponi diagnostici positivi, il maggior incremento di nuovi casi, a fronte di una limitata attitudine all’esecuzione di tamponi diagnostici.
Alcune Regioni, e in particolare la Lombardia, camufferebbero dunque i dati del contagio per non incorrere in nuove chiusure? “C’è il ragionevole sospetto che sia così – spiega Cartabellotta a Radio 24 – che le Regioni aggiustino i dati per non essere fermate. In Lombardia si sono verificate troppe stranezze sui dati, soggetti dimessi che venivano comunicati come guariti, il ritardo nella trasmissione dei dati, e i riconteggi sono molto più frequenti nella fase 2. Come se ci fosse una necessità di mantenere sotto un certo livello i casi diagnosticati”.

Written By
More from Redazione

Genova: il titolo di Atlantia crolla in Borsa

Crolla a Piazza Affari il titolo di Atlanti, dopo il crollo del...
Read More