Tari: arriva lo sconto per determinate famiglie

Molto presto arriverà anche lo sconto sulla Tari per le famiglie in difficoltà, così come avviene già oggi con il bonus acqua, luce e gas. È quanto si legge dall’articolo 57 bis del decreto fiscale che istituisce condizioni tariffarie agevolate per la fornitura del servizio di gestione integrato dei rifiuti urbani. E’ stata confermata nella legge di conversione, ma sarà l’ARERA (Autorità per l’energia, le reti e l’ambiente) a stabilire le modalità attuative del bonus.

“Gli utenti beneficiari sono individuati in analogia ai criteri utilizzati per i bonus sociali relativi all’energia elettrica, al gas e al servizio idrico integrato. L’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente definisce, con propri provvedimenti, le modalità attuative, tenuto conto del principio del recupero dei costi efficienti di esercizio e di investimento”, nonché “sulla base dei principi e dei criteri individuati” da un decreto del presidente del consiglio che verrà definito nei prossimi mesi.

Risultati immagini per bonus tari

Le condizioni per usufruire di ciò saranno le stesse che regolamentano il bonus idrico, luce e gas. Dal 1° gennaio 2020 la soglia Isee è stata alzata da 8.107,5 a 8.256 euro, arrivando ad includere 200mila nuclei familiari in più rispetto all’anno precedente. Per le famiglie con almeno 4 figli la soglia Isee è di 20mila euro. Il valore del bonus può dipendere sia dal numero dei componenti che compongono il nucleo familare che da altre variabili. Per quanto riguarda il bonus elettrico una famiglia composta da 1 o 2 componenti può risparmiare fino a 125 euro all’anno.

Ancora non è chiaro quale sarà l’importo del bonus Tari, le cui modalità di attuazione (come accennato sopra) devono essere ancora definite. La richiesta per ottenere il bonus acqua, luce e gas va presentata al proprio comune di residenza (o ai Caf delegati dal Comune). Lo sconto verrà erogato direttamente in bolletta per chi ha un contratto diretto, mentre per l’utente indiretto, cioè la famiglia che vive in un condominio e non ha un contratto proprio di fornitura, riceverà il Bonus sociale in un’unica soluzione. Dal 2021 per gli aventi diritto il riconoscimento del bonus sarà automatico senza più necessità di farne richiesta.

Fonte: www.today.it

Tags from the story
, , ,
Written By
More from Redazione

Scoperte migliaia di piante di canapa nel Reggino Con vendita marijuana ricavi per 36 milioni di euro

Circa settemila piante di marijuana, dalle quali si sarebbero potuti ottenere oltre...
Read More