“Canzanella: titoli di coda” , presso Castel dell’Ovo la Mostra antologica dedicata alla grande tradizione partenopea della sartoria teatrale

Sabato 7 novembre 2019, nelle suggestive sale di Castel dell’Ovo, e fino al 12 novembre , l’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli inaugura la mostra antologica dedicata a Vincenzo Canzanella, storico protagonista da oltre mezzo secolo della grande tradizione partenopea della sartoria teatrale. Un tributo ammirato indiretto a tutti quei maestri artigiani che come lui, dietro le quinte, costruiscono giorno per giorno con ineguagliata competenza e passione il successo del teatro, del cinema e della televisione, attraverso una magica sinergia che dà vita allo spettacolo, rinnovando ogni volta l’illusione e l’emozione.

Nelle suggestive sale di Castel dell’Ovo, fino al 12 novembre, le realizzazioni del maestro Canzanella, sia autografe che su progetti dei Premi Oscar Gabriella Pescucci, Franca Squarciapino e
di altri grandi costumisti, suggeriscono una riflessione non solo sulla figura del sarto che è “haute couture”, capace certamente di dispensare dettami di eleganza, unicità e originalità dal suo atelier,ma che è anche un ricercatore capace di cogliere le innovazioni artistiche, tecniche e stilistiche che si succedono nel corso degli anni.

Vincenzo, come ama definirsi schernendosi, è un “titolo di coda”, uno di quelli che quando iniziano a scorrere sullo schermo molte persone si alzano ed escono dal cinema. La città di Napoli si inchina per rendere omaggio a questo grande protagonista internazionale della sartoria teatrale e del costume, in  una mostra–evento che ci trascina nel magico mondo della finzione: il teatro, infatti – come diceva Victor Hugo – “non è il paese della realtà: ci sono alberi di cartone,palazzi di tela, un cielo di cartapesta, diamanti di vetro, oro di carta stagnola, il rosso sulla guancia,
un sole che esce da sotto terra. Ma è il paese del vero: ci sono cuori umani nella sala, cuori umani sul palco, cuori umani dietro le quinte. ” Come quello grande di Vincenzo.

L’evento è organizzato in collaborazione con l’Ass. Artistica Culturale Museo Storico della Moda e del Costume teatrale e Armando Fusco Production e patrocinato dalla Regione Campania, Comune di Napoli e la Reggia di Monza.

Written By
More from Redazione

Real Madrid, Zidane: “Sofferto con una grande squadra. La Roma? Può ancora farcela”

Il suo Real Madrid va in finale, come l’anno scorso e l’anno...
Read More