Dopo ”Dirty Dancing” e ”Mary Poppins” prossimamente arriverà il musical ”Ghost”

Arriverà a fine gennaio 2020 nei teatri italiani “Ghost il musical”, pronto a commuovere le persone come nel film uscito nel 1990. La trasposizione di quella pellicola cult, una produzione tutta italiana della Show Bees di Gianmario Longoni in collaborazione con Colin Ingram e Hello Entertainment, si basa sul libretto di Bruce Joel Rubin, l’autore della sceneggiatura originale del film che ha curato l’adattamento per il palcoscenico, con una colonna sonora piena di ritmo firmata da due grandi nomi della musica, l’ex Eurythmics Dave Stewart e Glen Ballard, tra gli autori di Alanis Morrisette. A guidare gli attori-cantanti e i ballerini sarà Federico Bellone, giovane regista che ha diretto altri musical premiati dal pubblico come Mary Poppins, Dirty Dancing. Lo show con un cast spagnolo, in coproduzione con Letsgo, ha debuttato a Madrid conquistando gli spettatori.

TRAMA e CAST: La favola d’amore di Molly e Sam, che dopo la morte violenta continua a comunicare con la ragazza grazie alla medium truffatrice Oda Mae (nel film la pirotecnica Whoopy Goldberg), l’ unica a dialogare con il fantasma del giovane, sul palcoscenico funziona e coinvolge. Ascolteremo le musiche originali. Sam sarà Mirko Ranù, 32 anni di Roma; Molly avrà il volto di Giulia Sol, bergamasca di 23 anni; Gloria Enchill, ventisettenne piacentina di genitori ghanesi, sarà Oda Mae.

“E’ una storia più attuale che mai. Con questo romantico thriller vorremmo che lo spettatore potesse stringere la mano della persona a cui tiene, per non perdere l’occasione di dirle ti amo perché i treni della vita passano una sola volta e non si può tornare indietro”. ha precisato il regista.

Risultati immagini per ghost il musical

L’ aspetto più impegnativo sono stati proprio gli effetti speciali. ”Abbiamo pescato dalla storia della magia i princìpi che ci erano necessari e li abbiamo trasformati in 21 nuove illusioni mai presentate prima in palcoscenico. Metterle insieme con i continui cambi di scena è stato molto difficile” – ha spiegato Bellone. Il produttore nonostante lo spettacoli inizio a fine gennaio ha deciso di andare avanti con il tour spagnolo fino a maggio – per mettere in luce le difficoltà del panorama teatrale italiano.

“Uno spettacolo del genere a Madrid resta un anno, a Milano un mese, a Roma due settimane – osserva -. La gente qui in Spagna si diverte e va a teatro come al cinema, nonostante i biglietti costino dal 30 al 50 per cento in più rispetto all’ Italia. Molto dipende dall’ attitudine del pubblico ma da noi gli spettacoli di intrattenimento che ricevono finanziamenti pubblici spesso portano ad avere meno attenzione per gli spettatori”.

FONTE: www.ansa.it

Tags from the story
, , , , ,
Written By
More from Redazione

Manovra, audizione Tria dopo bocciatura Upb: “Il governo conferma le previsioni del Def”

A seguito della mancata validazione del quadro macroeconomico programmatico da parte dell’Ufficio...
Read More