Da Luciana Simioli a Mattia Torre: in scena la drammatica stagione del cinema italiano

Settimana di lutto per la cultura italiana: Andrea Camilleri , Luciano De Crescenzo, Mattia Torre sono andati via da questo mondo lasciando un’eredità dal valore inestimabile che merita di essere trasmessa alle future generazioni affinché possano comprendere il frutto del duro lavoro, del sacrificio e della loro maestria.

Andrea Camilleri(94 anni) scrittore, sceneggiatore, regista, drammaturgo e insegnante italiano, muore dopo un mese di agonia a seguito di un arresto cardiorespiratorio. Tra le sue numerose opere, verrà sicuramente ricordato dall’Italia intera come il “papà” del Commissario Montalbano,  serie televisiva italiana, prodotta dal 1999 e trasmessa dalla Rai tratto dall’omonimo romanzo.

Luciano De Crescenzo(91 anni)è stato uno scrittore, regista, attore e conduttore televisivo italiano. Prima di dedicarsi alla narrativa, alla saggistica e allo spettacolo, svolse la professione di ingegnere. Negli ultimi anni soffrì di una particolare malattia neurologica, la prosopagnosia, che non gli permetteva di riconoscere i volti delle persone conosciute. È morto il 18 luglio 2019 a quasi 91 anni al Policlinico Agostino Gemelli di Roma, dove era ricoverato da alcuni giorni per una polmonite.

Mattia Torre aveva solo 47 anni e si è spento dopo una lunga malattia.Attore, scrittore, drammaturgo e sceneggiatore romano di pregio, è morto oggi, e pensare che aveva raccontato la sua vicenda personale in tv. «La linea verticale» si intitolava la fiction Rai in 8 episodi di cui era protagonista Valerio Mastandrea, che impersonava un uomo nel momento in cui scopre di avere un tumore al rene sinistro. Era dunque una storia che raccontava l’immersione totale in un ospedale: malattia, dolore, sofferenza, ma anche tanta ironia e qualche sana risata. La resilienza era la parola d’ordine, il saper resistere, reagire alle contrarietà con la volontà di farcelaImmagine correlata

Questo articolo nel loro ricordo non senza far menzione delle donne che hanno preceduto la loro morte:l’attrice napoletana Loredana Simioli, Pina Cipriani “Regina del San Carluccio” e Giuliana Gagliardi, l’amata moglie del cantante Peppino di Capri.

a cura di Maria Parente

Written By
More from Redazione

Integratori alimentari, benefìci o solo business?

Salvo Di Grazia, in arte MedBunker, medico e divulgatore scientifico spiega in un...
Read More