bufera sull’ospedale di Molfetta: due anni di indagini e 30 indagati

È di 30 indagati, di cui dodici arrestati e uno con obbligo di dimora, il bilancio di una indagine della Guardia di Finanza conclusa oggi che ha svelato un sistema di fraudolenta solidarietà per timbrare il cartellino per assentarsi dal lavoro durante l’orario di servizio all’ospedale monsignor Antonio Bello di Molfetta. Risultati immagini per molfetta indagati ospedale

I militari della Tenenza di Molfetta, coordinati dal sostituto procuratore della Procura della Repubblica di Trani, Silvia Curione, all’esito di una complessa indagine denominata “Quinto Piano”, protrattasi per oltre due anni, hanno fatto emergere – dopo ore di filmati, intercettazioni e servizi di pedinamento e osservazione – 300 episodi di assenteismo dai quali sono emersi gli episodi ad opera di dirigenti medici, infermieri professionali ed impiegati del monsignor Antonio Bello. 

Su richiesta della Procura della Repubblica di Trani, sono state eseguite 13 ordinanze di cui 12 di custodia cautelare agli arresti domiciliari e 1 obbligo di dimora nel comune di residenza, emesse dal giudice per le indagini preliminari del TribunaleMaria Grazia Caserta. Inoltre, saranno interrogati ulteriori indagati, per i quali è stata richiesta la misura interdittiva della sospensione dal servizio. Proseguono, invece, le indagini per definire altre posizioni.

Per questo cinque medici, una capo sala, una infermiera professionale, diciassette impiegati amministrativi, cinque impiegati tecnici manutentori e uno esterno all’Azienda Sanitaria Locale di Bari, sono indagati dalla Procura della Repubblica di Trani per i reati – contestati a vario titolo – di truffa aggravata ai danni di Ente pubblico, falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale, abuso d’ufficio e peculato.

fonte video in articolo: ilmessaggero.it

Written By
More from Redazione

Isola dei Famosi sull’onda del flop: “Che tempo che fa” il programma più seguito

Gli ascolti tv di domenica 10 febbraio 2019 sono concentrati principalmente sulla prima serata....
Read More