Rispettare le regole per una “civile” convivenza: ma gli automobilisti lo sanno?

Rispettare le regole, più che un obbligo, dovrebbe essere considerato un dovere morale. Lo dico in generale. Non intendo limitarmi alle regole impartite sul luogo di lavoro o nel rispetto di un gioco, anche nei rapporti umani vigono regole ben precise e che ci consentono di vivere più o meno pacificamente ma non è su questo punto che ho deciso di soffermarmi poiché ce ne sarebbe da dire bensì vorrei  parlare della circolazione stradale e delle  sue precise regole. Dunque , gli automobilisti esperti lo sanno bene: commettere uno sbaglio su strada, per ignoranza o distrazione, può rivelarsi fatale. Nel giro di qualche secondo ci si può ritrovare coinvolti nel bel mezzo di un incidente e purtroppo non senza conseguenze. Quante volte sento esclamare:” Io ho la precedenza! Tizio mi ha tagliato la strada, ma io ho ragione! Mi sono attenuto alle norme che regolano ,nel caso di specie, la precedenza su strada dunque ho la coscienza pulita: chi sbaglia è colui che non conosce o non rispetta la regole”Immagine correlata

Fin qui non fa una piega, il discorso fila liscio come l’olio. Ma capita mai di pensare all ’ imprudenza ? Passi il diritto e la precedenza ma, secondo il mio modesto parere, non bisogna mai sottovalutare né perdere d’occhio la prudenza. Tanti incidenti e tante morti si potrebbero evitare se ,unito al rispetto delle regole stradali, gli automobilisti facessero ricorso a quel pizzico di attenzione in più ed evitare tragiche fatalità.

a cura di Maria Parente

redazione.lanotte@gmail.com

Written By
More from Redazione

Dessert: Tartellette con mele e mandorle: ingredienti e preparazione

INGREDIENTI: 250 g pasta frolla surgelata 2 mele renette miele d’acacia 40...
Read More