Esiste una normativa che esoneri dal turno notturno i pendolari di grosse distanze,ad esempio, da una regione all’altra?  

Esiste una normativa che esoneri dal turno notturno i pendolari di grosse distanze tipo da una regione all’altra?  

|Risponde il Prof.Giuseppe CatapanoRisultati immagini per pendolari

Non esiste alcuna norma di legge che consenta un esonero del genere. A parte le limitazioni stabilite dal medico competente, la vigente normativa (art. 11 del d.lgs. 66/2003) prevede sostanzialmente solo i casi dei lavoratori con figli sotto i tre anni e coloro che abbiano a proprio carico un soggetto disabile ai sensi della legge 104/1992. La stessa norma prevede tuttavia che “i contratti collettivi stabiliscono i requisiti dei lavoratori che possono essere esclusi dall’obbligo di effettuare lavoro notturno”. I contratti collettivi della sanità non hanno previsto nulla in materia se non un generico riferimento ai criteri di flessibilità dell’orario che l’art.26 del CCNL del 7.4.1999 prevede e, in particolare, al principio contenuto nel comma 4, lettera f) della norma citata, secondo il quale va data “priorità nell’impiego flessibile, purché compatibile con la organizzazione del lavoro delle strutture, per i dipendenti in situazione di svantaggio personale, sociale e familiare”.
Written By
More from Redazione

Oroscopo da lunedì 25 giugno al 1 luglio: le previsioni astrologiche segno per segno

Le previsioni dell’Oroscopo della settimana 25 giugno 1 luglio 2018: ascoltiamo i...
Read More