Bye Bye Rai Movie: verrà sostituita da un canale “tutto al femminile”

Rivoluzione in casa Rai: prossimo addio a Rai Movie insieme con Rai Premium. Secondo le indiscrezioni raccolte dal quotidiano “Il Giornale” diretto da Alessandro Sallusti nel piano industriale del nuovo amministratore delegato Rai, Fabrizio Salini, le spoglie di Rai Movie confluirebbero in un canale tutto “al femminile” che sarà Rai 6 accostato alla giù presente Rai 4 che sarà a sua volta declinato “al maschile”.

Sino a qui la notizia che attende conferma dall’audizione di Salini in commissione vigilanza il prossimo 16 aprile. Oltre, semplicemente, il baratro. Rai Movie è il fiore all’occhiello del bouquet satellitare Rai. Un avamposto di cinefilia ad oltranza che spazia dai blockbuster ai film d’essai, dal western di ogni possibile fattura ai musicarelli anni sessanta, dagli horror alle commedie, dal cinema asiatico a quello sudamericano. Rai Movie è la vera sintesi “popolare” tra alto e basso nell’industria cinematografica italiana e non, ma soprattutto è gratis. O meglio è uno dei prodotti che si pagano nei 120 euro del pacchetto “canone annuale della tv pubblica”

I numeri parlano di 14 titoli in media per oltre 5150 film all’anno. E sempre secondo Il Giornale “RaiMovie e RaiPremium costano insieme, in tutto, circa un milione all’anno (meno di una serata del festival di Sanremo) a fronte di una trentina di milioni di incassi pubblicitari (la fonte è interna)”. Lo share medio di Rai Movie nel 2018 è stato dell’1,2% (da almeno cinque anni veleggia sopra l’1,1% anche in piena estate segno di una fidelizzazione del suo pubblico costante), mentre quello di Rai Premium (il canale delle fiction) è sull’1,18%. Entrambi i canali, assieme a Rai 4, sono coordinati da RaiGold.Immagine correlata

Basta infine dare un’occhiata ai palinsesti delle prossime 48 ore di Rai Movie per trovare ogni genere di film: da Serpico a Nine Months, da Il buono, il brutto e il cattivo di Leone a I tromboni di Fra Diavolo con Stanlio e Ollio, da Forza maggiore di Ruben Ostlund a Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti. Rai Movie è poi anche il canale dei grandi festival di cinema, con costanti e importanti collegamenti e servizi tra VeneziaCannes e Berlino. Oltre ad ospitare Movie Mag, uno dei programmi più cool sul cinema contemporaneo zeppo di interviste con le star mondiali del cinema che ovviamente sarà tra i primi a chiudere i battenti con il lancio del napalm saliniano

Written By
More from Redazione

Dap avvia inchiesta su pestaggio in carcere: 15 agenti sotto accusa

“Sospensione immediata” per i quattro poliziotti penitenziari destinatari di provvedimento di interdizione...
Read More