Colpo di sonno alla guida,quali conseguenze?

Se alla guida ho un colpo di sonno…quali sanzioni ?

Risponde il Prof. Giuseppe CatapanoImmagine correlata

Quando si decide di fare un viaggio o anche un piccolo spostamento in città bisogna avere il pieno controllo delle proprie capacità fisiche e mentali. Come non bisogna mettersi alla guida dopo aver bevuto o assunto sostanze stupefacenti, non bisogna farlo neanche se si è dormito poco la notte o se si stanno assumendo farmaci che producono sonnolenza. Non importa che l’automobilista non sia un medico o il suo farmacista non lo ha avvisato di leggere attentamente il bugiardino con la raccomandazione: è lui stesso ad essere responsabile se il medicinale può portare stanchezza e colpi di sonno.

Il colpo di sonno non è una causa di forza maggiore, ossia una giustificazione per andare esenti da responsabilità. Il conducente deve assicurarsi, quando si mette alla guida di un veicolo, di avere le condizioni psico-fisiche necessarie per mantenere il controllo del medesimo in ogni circostanza, oltre che assicurarsi che il veicolo abbia le condizioni tecniche (revisione, gomme, ecc..). Solo un malore improvviso – ad esempio un infarto o altra imprevedibile causa di salute – potrebbe giustificarlo. Ma non è questo il caso del 90% dei colpi di sonno che, di solito, sono fisiologici e non patologici, e pertanto possono essere prevedibili se non nel momento in cui si chiudono le palpebre, in quello anteriore in cui si sente la spossatezza e il senso di stanchezza. Se un vigile ti dovesse fermare perché hai sbandato o non hai tenuto la linea dritta di marcia o perché andavi troppo piano o perché ti ha visto che allentavi la testa sullo sterzo e ti prendevi a schiaffi per svegliarti può subito multarti. Il codice della strada prevede infatti che «il conducente deve sempre conservare il controllo del proprio veicolo ed essere in grado di compiere tutte le manovre necessarie in condizione di sicurezza, specialmente l’arresto tempestivo del veicolo entro i limiti del suo campo di visibilità e dinanzi a qualsiasi ostacolo prevedibile». In questo caso rischi una multa da 41 a 168 euro. Resta fermo che se commetti ulteriori violazioni (ad esempio il passaggio con il rosso o l’attraversamento di un incrocio senza precedenza) verrai multato per tali infrazioni.

Ma se provochi un incidente i guai sono maggiori e le sanzioni seguiranno il tipo di danno prodotto. Così, ad esempio, se investi una persona risponderai del reato di lesioni colpose; se, peggio, ci scappa il morto ricorre l’omicidio stradale.

consulentedistrada@gmail.com

Written By
More from Redazione

TERRORISMO – OSNATO (FDI): “Arresto militante di ISIS è conferma dell’alto rischio in Italia”

“L’arresto di questa notte di un cittadino egiziano, considerato un militante di...
Read More