Presso l’Auditorium CasaAcli di Roma,“Il bandoneón e le sue infinite possibilità”

E’ stato un successo anche il secondo appuntamento della prima edizione del Festival  “Il bandoneón e le sue infinite possibilità”, patrocinato dall’Ambasciata dell’Uruguay in Italia e tenutosi lo scorso 16 marzo nell’Auditorium CasaAcli di Roma.
Sotto la guida del M° Hector Ulises Passarella, tra i migliori musicisti della scena mondiale, lo spettacolo aveva titolo “Il Bandoneón: dalle origini al tango contemporaneo”, ed ha visto la partecipazione dei bandoneonisti del Centro del Bandoneón : Marco Di Blasio, Tania Colangeli, Giovanni Marziali Peretti, Paolo Miles, Samuele Francesco Mazza, Giampiero Medri, Roberto Passarella ed Alessandro Zeri.
Bandoneonista, compositore e direttore di orchestra, nato in Uruguay,  il M° Hector Ulises Passarella e’ famoso in tutto il mondo per aver eseguito le colonne sonore di Luis Bacalov per i film il Postino, Milonga, Assassination Tango, ecc., per il disco “Misa Tango”; per aver suonato le proprie musiche con le maggiori orchestre sinfoniche e da camera di Europa e Sud-America e per aver contribuito a far conoscere il bandoneón come strumento di grandi possibilità artistiche attraverso il repertorio barocco e contemporaneo, oltre che per il suo noto Trattato “Il Bandoneón: conoscerlo e suonarlo”. 
Entusiasta la Dott.ssa Sylvia Irrazabal, Responsabile culturale dell’Ambasciata patrocinante la serata e presente in sala; applausi a scena aperta a piu’ riprese durante il concerto da parte del pubblico presente. Si sono riconosciuti nel parterre in prima fila il direttore d’orchestra e compositore Franco Micalizzi,  l’ Ammiraglio della Marina Militare italiana Fabio Agostini con Signora e il Dr. Cesare Bernabei del Consiglio Economico e Sociale Europeo. 
Un graditissimo momento conviviale post concerto, offerto da La Bottega del Peperoncino di Francesco Fittipaldi e da Casale del Giglio con il sommelier Enrico Maria Concutelli, ha permesso agli intervenuti di conoscere da vicino il M° Passarella ed i suoi musicisti, che hanno  risposto con gioia a tutte le domande ed hanno esaurito le varie curiosita’ sul magico strumento protagonista della serata: il bandoneon.
Adesso non resta che attendere il gran finale del Festival: “La Musica Rioplatense e la grande Orchestra Tipica” (Ens3mble del Centro del Bandoneon).
Tags from the story
, ,
Written By
More from Redazione

Confindustria: “IL Paese sembra non ripartire”

“Il Paese non riparte con lo slancio dovuto, necessario, che è alla...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *