Una minaccia per la sicurezza nazionale: Così, per l’Ucraina, Albano Carrisi finisce nella black list

Sembrava amore ed invece, quello tra Albano e l’Ucraina (dove per altro ha tenuto numerosi concerti nell’ultimo periodo),è proprio un calesse : nonostante l’affetto che il popolo ucraino ha dimostrato nei confronti di Albano e Romina sin dagli anni ’90 ad oggi sembra non essere mai esistito. Il ministero della Cultura ucraino ha inserito il cantante Albano Carrisi (Al Bano) nella lista degli individui che considera una minaccia alla sicurezza nazionale.

La lista nera è compilata e aggiornata dal ministero della Cultura in base alle richieste del Consiglio di Sicurezza e Difesa nazionale dell’Ucraina, dei servizi di sicurezza ucraini e del Consiglio della Tv e Radio nazionali. Nella black list ci sono ora 147 persone. Lo riferisce l’agenzia Interfax. Al Bano e Romina Power negli anni Ottanta e Novanta erano famosi anche in Unione Sovietica e anche in anni recenti sono tornati in Russia per i concerti della reunion.Immagine correlata

LA REPLICA DI AL BANO – “Io una minaccia per la sicurezza dell’Ucraina? Ma figuriamoci: sono una persona normale, mai fatto politica“, ha commentato Al Bano, replicando poi alle sue “simpatie” nei confronti del presidente russo Vladimir Putin: “Se qualcuno merita di essere nominato in positivo io lo faccio, ma non ho mai fatto nessuna dichiarazione contro l’Ucraina. Io porto canzoni di pace e non di guerra – ha aggiunto il cantante pugliese -. Non a caso il brano ‘Libertà’ è stato inserito tra quelli di maggior successo in Ucraina”. E sui viaggi in Russia? “Ci vado perché mi chiamano per cantare, come è normale”, ha dichiarato Al Bano.

a cura di Giuseppe Cascella

Tags from the story
, ,
Written By
More from Redazione

Corea: Trump-Kim, la Cina rivendica un ruolo nella pace

Giorni fa, il Global Times, quotidiano in lingua inglese di proprietà del...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *