Fabio Fazio nel mirino di Salvini:”In un mese guadagna quanto me in un anno”

 

Prima parla di misure di sicurezza e promette “più poliziotti”, poi – nel mezzo di una diretta Facebook dalla Magliana a Roma, dove stamattina c’è stato un agguato a colpi di pistola davanti ad un asilo nido – Matteo Salvini attacca Fabio Fazio. Tra i due, come è noto, non scorre buon sangue. Salvini non è mai andato nel salotto di “Che tempo che fa”, nonostante gli inviti del conduttore di Rai1. Oggi, dicevamo, l’affondo (video sotto). “Stanotte ho dormito quattro ore e sono orgoglioso del mestiere che faccio, anche se qualcuno poi critica – dice Salvini -. Senza alcuna invidia o gelosia ho fatto due conti a spanne: Fabio Fazio guadagna in un mese quanto il ministro dell’Interno guadagna forse in un anno. Un mese per andare a fare lo show in tv, un anno per fare il ministro che si occupa della sicurezza di 60 milioni di persone”.

Risultati immagini per fabio fazio salvini

“Ma non farei mai cambio per nulla al mondo, perché faccio il mestiere più bello del mondo, sono fortunato, sono felice e sono orgoglioso del sostegno e dei risultati che riesco a ottenere – precisa Salvini -. Non mi interessano i quattrini: li lascio volentieri ad altri. Ma chiedo rispetto”. In ogni caso, aggiunge smorzando i toni, “Fazio mi è pure simpatico, anche perché era amico ed estimatore come me di Fabrizio De André, di cui domani ricorre il 20° anniversario della morte”.

Di un “caso Fazio” – che peraltro secondo gli ultimi rumors sarebbe in procinto di “migrare” su Rai3 – aveva parlato recentemente l’altro vicepremier, Luigi Di Maio, auspicando che “l’azienda della tv pubblica avvii presto un’azione sul tema delle retribuzioni e delle società di produzione esterne”. Oggi Fazio finisce nel mirino di Salvini a poche ore dalla polemica tra governo e Rai, dopo lo scontro sui migranti scatenato dalle dichiarazioni di Claudio Baglioni rilasciate durante la conferenza stampa di presentazione della nuova edizione del Festival di Sanremo. “L’Italia si è incattivita e io mi sento sconfitto”, aveva detto il direttore artistico del Festival riferendosi al caso della Sea Watch e Sea Eye“Canta che ti passa, lascia che di sicurezza, immigrazione e terrorismo si occupi chi ha il diritto e il dovere di farlo”, era stata la replica secca di Salvini.

a cura di Cesare Cilvini

 

Tags from the story
,
Written By
More from Redazione

Il premio Spoleto Art Festival : un esempio di incontro delle arti e delle Culture

Il Premio Internazionale Spoleto art festival è forse il momento più importante,...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *