“Belén è la numero uno al mondo,un esempio per me”: l’ex Gf Vip Jeremias Rodriguez si racconta

Jeremias Rodriguez, tra gli ostacoli del passato ed un futuro rivolto al successo si racconta in una intervista per il quotidiano online “La Notte”Immagine correlata

Nato e cresciuto in Argentina, la svolta per il futuro di Jeremias arriva in Italia: l’aspetto estetico ed il fascino latino non sono passati inosservati e , dopo non molto ti si presenta la grande occasione con la partecipazione alla seconda edizione del GFVip che ha fatto conoscere al pubblico il vero Jeremias, “nei pregi e difetti”. Ma in sostanza quanto conta per te la televisione?E’ un’esperienza che rifaresti?

“Il Gf Vip è stata per me un’esperienza importante che rifarei ancora una volta senza pensarci su: molte persone non sanno, descrivono i reality come qualcosa di inutile, ma parteciparvi, in un certo senso, cambia la vita. Nella casa del Gf, ad esempio, hai tempo per divertirti, conoscere nuove persone ma ciò che conta più di ogni altra cosa sono i momenti in cui ti ritrovi a pensare e riflettere ed avere maggiore consapevolezza di chi sei realmente. Per quanto riguarda il discorso televisione, più in generale, ammetto di non essere “portato” a fare spettacolo, a differenza delle mie super sorelle Belén e Cecilia. Non è affatto facile “vivere” sotto i riflettori, loro hanno quel qualcosa in più per cui riescono ad emergere in qualsiasi ruolo televisivo: in questo senso mi sento un po’ meno “Rodriguez”! (Jeremias sorride)”

Reality a parte, la maggior parte delle persone ti conoscono per essere il fratello della showgirl conduttrice Belén Rodriguez. Ma quanto può contare ,nel mondo dello spettacolo, un cognome “importante” per ottenere un ruolo in prima linea?

“Conta e non poco, ma ne vado fiero: non posso certo sentirmi colpevole per essere il fratello della numero uno al mondo! La gente mi critica, parla male di me, ma Jeremias ha le spalle larghe: mi butto tutto dietro. D’altronde sono convinto che la gente felice e soddisfatta non senta il bisogno di rompere le scatole alle persone felici e realizzate. Io devo tanto a mia sorella Belén : ha lavorato duramente ,si è sacrificata stando lontana dalla sua famiglia, dovendo badare a se stessa senza il sostegno degli affetti ,comunque l’ambizione unita alla sua bellezza le ha spalancato le porte del successo. Lei è un esempio per me.”

 

Jeremias Rodriguez e Maria Parente(La Notte)

Accanto a Belen, c’è Cecilia: ma sinceramente a quale delle due super sorelle sei più legato?

” Amo le mie sorelle quanto la mia vita, siamo unite da un passato di sofferenza e sacrifici ,non potrebbe essere altrimenti. Cecilia, son solito dire è la mia gemella: abbiamo condiviso tanto insieme, nel bene e nel male, sempre uno a fianco dell’ altro. A Belén mi lega un rapporto più maturo, come se fosse la mia “seconda” madre.”

Un tuffo nel passato: cosa ti manca della tua terra, l’Argentina? “Quando rispondo a qualche domanda che riguarda il mio passato mi resta sempre l’amaro in bocca, sai , con una adolescenza difficile alle spalle non ne parlo con scioltezza. Della mia terra mi mancano probabilmente gli scenari naturali che ti assicuro sono uno spettacolo, per il resto sono felice di aver seguito la mia famiglia in Italia che ad oggi considero la mia prima casa.”

La famiglia è per te, come per le tue sorelle un valore fondamentale nella propria vita. Ci pensi mai a metter su una “tua” famiglia? “Certo! E’ ci che mi è stato insegnato, la centralità della famiglia. Noi argentini ,mi rendo conto che sentiamo in modo maggiore l’unione familiare ,sarà che abbiamo sempre dovuto faticare per conquistare qualcosa di buono e le sofferenze senza ombra di dubbio rafforzano i legami. Quindi, prima o poi metterò su famiglia : è una promessa!”

a cura di Maria Parente

Written By
More from Redazione

Stadio Roma: stampa, cena Lanzalone-Parnasi-Giorgetti

Una cena ‘segreta’ tra Luca Lanzalone, Luca Parnasi, e l’attuale sottosegretario alla presidenza,...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *