Eleonora Girolimini, mamma eroina morta schiacciata per salvare la figlia in discoteca

Eleonora Girolimini è morta per salvare la figlia di 11 anni che rischiava di finire schiacciata. Eleonora è una delle sei vittime della discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo(Ancona). “Mamma mi ha protetto fino all’ultimo istante – racconta proprio la bambina – Quando siamo finiti in mezzo alla folla lei urlava ‘c’è la piccola, c’è la piccola’. Cercava di farmi spazio con il suo corpo per non farmi schiacciare, poi è caduta più in basso”.

Eleonora e il marito Paolo avevano deciso di accompagnare la figlia a un evento cui lei, a 11 anni, teneva così tanto. Avevano deciso di lasciare gli altri 3 figli (due gemelle di 7 anni e un figlio di 2) alla nonna, per poter accontentare la primogenita. Un gesto d’amore di due genitori, amore che mamma Eleonora ha conservato fino all’ultimo istante di vita, preferendo perdere la propria piuttosto che farla perdere alla figlia. A 11 anni oggi si atteggiano a ragazzini e cercano di emulare “quelli più grandi”, ma stiamo sempre parlando di una bambina.

on ce la faccio a dire niente. Solo che quattro figli sono rimasti senza la loro mamma e uno di loro prende ancora il latte. Parlerò più avanti per dire quello che è successo lí dentro. Non era un concerto ma una discoteca strapiena di gente e piena di alcolici. Il concerto doveva iniziare alle 22 e invece non iniziava. Porti tuo figlio lí ed erano tutti ubriachi”. Lo ha detto Paolo, il marito di Eleonora.Immagine correlata

Eleonora è figlia di un noto ristoratore della città e piuttosto conosciuta a Senigallia dove vive la famiglia. Il padre gestisce infatti un locale, noto soprattutto negli anni ’80 sul lungomare.

a cura di Gennaro Sannino

Tags from the story
Written By
More from Redazione

1 novembre, perché oggi è il giorno dei Santi ed è festa?

Tanto Halloween è festa pagana, quanto quelle che seguono di Santi e Defuntisono profondamente cattoliche....
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *