LA PENISOLA DELLA BELLEZZA DI CLAUDIO RICCI

L’Italia detiene, secondo le stime, dal 60% al 75% del patrimonio culturale mondiale. Pertanto chiunque sia appassionato di arte, in tutte le sue sfaccettature, prenderà come punto di riferimento il nostro bel paese. L’Italia è il paese della bellezza. D’altronde, tale ruolo ci viene riconosciuto a livello internazionale: la classifica Best countries 2017 di US news & world report, colloca l’Italia prima al mondo per influenza ed eredità culturale. Un risultato che conferma la centralità e l’eccellenza del nostro Paese in tale settore.

A tal proposito consigliamo un piccolo libricino, ‘’La penisola della bellezza’’ scritto da Claudio Ricci, Ingegnere, fra gli esperti italiani in pianificazione del territorio, cultura e turismo. Citato come promotore dell’immagine italiana all’estero. Relatore e autore. E’ stato Sindaco di Assisi, Presidente associazione dei Siti Italiani Patrimonio Mondiale UNESCO e Delegato nazionale ANCI (comuni italiani) sul turismo. Attuale Consigliere regionale dell’Umbria. E’ attualmente anche Cavaliere della Repubblica Italiana, Commendatore della Repubblica di San Marino e Ufficiale Cavaliere degli Ordini Costantiniani.

Il lettore che sceglierà di intraprendere la lettura di questo ‘’libretto’’ -definito così dallo stesso autore- si ritroverà immerso nell’ arte, nei monumenti, nella cultura e nella storia del nostro paese. C’è un particolare però. L’autore sceglie di raccontare il tutto attraverso l’intramontabile mistero dei numeri. Esordisce con il concetto matematico di infinito∞. ‘’Auspicando la benevola benedizione di Sant’ Agostino, mi permetto di citare la sua riflessione sul tempo a proposito di bellezza. –Se non mi chiedete cos’è la bellezza so rispondere… Se me lo chiedete non lo so più’’. Effettivamente, il libretto, è un inno alla bellezza di questa strisciolina di terra chiamata Italia. Così piccola e fragile eppure così forte e imponente, il paese delle contraddizioni racchiude in sé un regalo, un tesoro che, patrimonio dell’umanità deve circolare e arrivare a tutti. Ecco, La penisola della bellezza è un invito alla bellezza.

A tal proposito, l’autore chiude con questa frase:

”Non cercare la bellezza per trovare l’infinito, ma cammina sempre, passo dopo passo, sperando di non arrivare mai, al centro della meraviglia. Allora, solo allora, ti troverai.”

a cura di Massimo Mazzetti

Written By
More from Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *