Il made in Italy perde un altro pezzo: ceduta la Magneti Marelli

 

Se ne va un altro pezzo di storia italiana. La Magneti Marelli, l’azienda che in quasi un secolo di attività ha fornito prodotti e sistemi ad alta tecnologia per l’industria automobilistica è stata ceduta dalla Fiat Chrysler Automobiles per 6,2 miliardi di euro a CK Holdings, holding di Calsonic Kansei Corporation, uno dei principali fornitori giapponesi di componentistica per autoveicoli. Quando la vendita verrà ultimata la CK Holdings sarà rinominata come Magneti Marelli CK Holdings. © ANSA

Fondata nel 1919 a Sesto San Giovanni, nel milanese, da una joint venture tra Fiat ed Ercole Marelli, nell’ultimo secolo l’azienda è cresciuta in maniera esponenziale, portando le sue sedi anche fuori dall’Italia e dall’Europa, e annoverando tra i suoi clienti i più rinomati brand automobilistici. Una società tutt’ora in salute, che ha chiuso il 2017 con un fatturato di 8,2 miliardi di euro, e può contare su circa 43mila dipendenti, di cui 10mila soltanto in Italia, e 85 unità produttive disseminate in 20 Paesi diversi. Un fiore all’occhiello tricolore che adesso passa sotto la bandiera nipponica: l’unione tra Calsonic Kansei e Magneti Marelli darà ‘vita’ al settimo gruppo indipendente più grande al mondo per fatturato nella componentistica per autoveicoli, con circa 200 impianti e centri di ricerca e sviluppo tra Europa, Giappone, America e Asia-Pacifico.

Come si legge nella nota ufficiale pubblicata dalla Fca, “l’operazione rappresenta un’opportunità unica di combinare due business di successo per creare uno dei principali fornitori mondiali indipendenti di componenti automobilistici, con un fatturato complessivo di 15,2 miliardi di euro”.

Fca ha inoltre sottoscritto un contratto di fornitura pluriennale che rafforzerà ulteriormente una relazione di mutuo beneficio sia per le gamme di offerta in crescita di Magneti Marelli che di Fca e che sosterrà le operation di Magneti Marelli in Italia, ben posizionandole per una continua crescita e successo nel futuro. L’azienda combinata sarà guidata da Beda Bolzenius, attuale Ceo di Calsonic Kansei, basato in Giappone. Ermanno Ferrari, Ceo di Magneti Marelli, entrerà a far parte del board di Magneti Marelli CK Holdings.

 

Tags from the story
Written By
More from Redazione

Terrorismo a Napoli, Alagie Touray voleva lanciarsi in auto contro la folla

NAPOLI – Voleva lanciarsi con l’auto contro una folla in nome di...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *