Grecia Colmenares parla del suo libro “Lacrime e sorrisi”(Graus edizioni): “Vivo con il sorriso stampato sulle labbra. Eppure qualche lacrima…”

Dolce e ribelle,sensibile e spiritosa. Spontanea ed umile,nonostante il successo che riscuote nel mondo intero: lei è Grecia Colmenares,attrice delle più famose telenovelas e autrice del libro “Lacrime e sorrisi”(Graus Edizioni)intervistata per il quotidiano “La Notte”in occasione del tour promozionale che la vedrà protagonista indiscussa in sei città campane.

L'immagine può contenere: una o più persone e persone in piedi

Nella vita si è soliti rincorrere il successo ma documentandomi sulla tua vita ho avuto l’impressione che sia stato il successo a cercarti: tutto è cominciato con il primo casting nel 1976 quando, a soli 13 anni, hai incontrato un produttore che ti scelse per una comparsa nella telenovela Angelica con l’attrice Mayra Alejandra. Se non fossi diventata un’attrice di successo,come sarebbe stata la tua vita?Sai, pensandoci credo che non riuscirei ad immaginare la mia vita senza la recitazione, diventare attrice e’ sempre stato il mio sogno! Ricordo teneramente quando, all’età di soli cinque anni,  trascorrevo ore della giornata davanti allo specchio e acconciandomi i capelli dicevo a voce alta: io sono un ‘attrice della tv,voglio diventare una Star! Ad oggi,guardando l’affetto che mi dimostra il pubblico,credo di esserci riuscita. Tornando alla domanda,probabilmente se non mi fossi affermata in questo campo avrei dedicato la mia vita ai bambini,sarei diventata una pediatra.”

La grande occasione si presenta con la telenovela Rosalinda, ovvero quella di interpretare il primo ruolo da protagonista assoluta con Carlos Olivier. Da qui in poi tutti i tuoi lavori vengono trasmessi in America ed in Europa, e dunque in Italia diventando il volto di culto di una delle reti Mediaset: Retequattro. Cosa rappresenta l’Italia per la tua carriera?”Considero l’Italia la mia seconda patria per quanto riguarda la carriera di attrice da telenovelas: sono a conoscenza del fatto che Topazio e Manuela sono state seguitissime dagli italiani e senza dimenticare che sono stata premiata con un telegatto per ben due volte. Insieme al Venezuela dove sono nata e all’Argentina dove ho vissuto per molti anni,l’Italia è il Paese che ho nel cuore.”

Da Rosalinda,passando per Maria,Grecia e Manuela: quale protagonista delle telenovelas interpretata ti somiglia di più?Sembrerà scontata la mia risposta ma ad ognuna di loro ho “trasmesso”una piccola parte di Grecia. Recitare mi diverte,mi fa sentire viva ed emozionarmi ogni volta come una bambina: è impensabile per me lasciare fuori dalla protagonista che interpreto quelli che sono i miei valori e sentimenti. In ognuna di loro c’è una traccia di Grecia e, in Grecia, “convivono” tutte le protagoniste.”

Lacrime e sorrisi è il titolo della tua autobiografia pubblicata con Graus edizioni. Qualche accenno per i nostri lettori?“Le lacrime hanno caratterizzato principalmente i ruoli che ho interpretato nelle telenovelas mentre i sorrisi sono quelli che dispenso ogni giorno alle persone che mi circondano perché,a dirla tutta,è questa la filosofia della mia esistenza: sorridere ed essere sempre felici,anche nei momenti più difficili che ci troviamo ad affrontare. Ho perso la mia mamma anni fa ed era per me come un faro,una persona importantissima a cui non avrei mai rinunciato. Ricordo la settimana successiva alla sua scomparsa come la più dolorosa mai vissuta ma al contempo come la più felice perché ero certa che le sue sofferenze fossero svanite e avrebbe goduto finalmente della pace che meritava. Non vi svelo altro,vi aspetto nelle librerie e vi do appuntamento alle prossime tappe del tour!”

a cura di Maria Parente

 

Written By
More from Redazione

Maltempo: Nubifragi da nord a sud, allagamenti e scuole chiuse

Effetto neve ieri sera a Roma su via Palmiro Togliatti dopo la forte...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *