Spoleto Art Festival,Premio Letteratura 2018: “Napoli amore mio”consacra la scrittrice trevigiana Valeria Genova tra le più talentuose della Penisola

L'immagine può contenere: 2 persone, persone che sorridono, persone in piedi

Giovane e intraprendente,la scrittrice travigiana Valeria Genova è stata insignita nella giornata di sabato 29 settembre del Premio Letteratura Spoleto Art Festival 2018. La giuria,presieduta dal prof. Angelo Sagnelli,ha decretato a mani basse la premiazione del libro “Napoli amore mio. Un viaggio oltre il pregiudizio“(Graus edizioni)scritto con totale devozione nei confronti della città partenopea.

Dal profondo nord al trasferimento nella città di Napoli : una scelta obbligata che ,però,ti ha cambiato la vita. Ma raccontami,come è nato il tuo amore per la città di Napoli?”Contrariamente a quanto si possa pensare leggendo il titolo,questo libro rappresenta un viaggio nei sentimenti che io da ordinaria donna del nord ho percorso dal momento in cui ho deciso di lasciare la mia città natale,Treviso,per seguire mio marito nel suo lavoro. Quando ho notizia di dovermi trasferire a Napoli dentro me si susseguono una serie di emzioni e sentimenti poco piacevoli: il senso di abbandono,la solitudine e la paura soprattutto di dover vivere in una città come Napoli, di cui sono sincera non ho mai sentito parlar bene. Ma per la famiglia bisogna essere disposti a fare grandi sacrifici e dunque armandomi di coraggio decido di partire e vivere a Napoli. Ribadisco le mie sensazioni negative,poco piacevoli…durate giusto il tempo del viaggio!Dopo qualche giorno di convivenza “forzata” scopro una città che non credevo potesse esistere sul serio: ricchezza e povertà,squarci di vita in ogni angolo della città ma soprattutto storia e cultura:un mondo sommerso che mi ha rapita,innamorandomi così, perdutamente di Napoli”

Il post su Facebook da cinquanta mila like,una lettera d’amore in cui hai professato i tuoi sentimenti per la città partenopea: il concetto di napoletanità ha avuto la meglio su ogni pregiudizio. Forte della tua esperienza,di questi due anni in cui hai vissuto Napoli con intensità,quale consiglio senti di dare a chi vive sull’onta di  pregiudizi e falsi miti?Ad oggi consiglierei a tutti coloro che si lasciano inculcare dai media idee stupide e malsane di spegnere la televisione ,accendere il cervello ed aprire gli occhi non appena ci si trovi catapultati a Napoli :  il più bel sogno che un uomo nella sua vita possa realizzare,questo ve lo posso assicurare!”

Cosa rappesenta per la tua giovane carriera da scrittrice il Premio Letterario Spoleto Festival Art 2018?Sono sincera è il primo premio che ricevo per il mio libro e per di più così importante… una spinta maggiore per continuare su questa strada e soprattutto lodare la città di Napoli in ogni angolo della Penisola in cui possa aleggiare la minima ombra di un insulso pregiudizio”

a cura di Maria Parente

 

Written By
More from Redazione

Il boom della Lega:la marcia di Salvini affonda tutti gli altri

Il Governo del cambiamento fa bene al Movimento 5 stelle, e ancor più alla Lega. Lo...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *