Giuseppe Balboni, il 16enne trovato morto in un pozzo. Ucciso da un amico, ha confessato

Un minorenne ha confessato l’omicidio di Giuseppe Balboni, il 16enne di Zocca trovato morto in un pozzo a Tiola di Castello di Serravalle. Si tratta di un coetaneo della vittima, con cui si doveva incontrare il giorno della scomparsa di quest’ultimo. L’amico gli ha sparato.Giuseppe Balboni,  il 16enne scomparso, ucciso da un amico con la pistola del padre

Non è ancora chiaro per gli inquirenti, anche dopo l’interrogatorio, il movente che ha portato all’omicidio del sedicenne. Per sparargli il minorenne, accusato del delitto, ha utilizzato la pistola del padre.

Giuseppe era uscito all’alba di lunedì da casa per andare a scuola: era il suo primo giorno, ma non è mai giunto a destinazione. Nelle ricerche sono scesi in campo carabinieri e vigili del fuoco. Sulle sue tracce sono stati sguinzagliati anche i cani molecolari. Fino al ritrovamento del suo scooter, un Malaguti Phantom F12 rosso, in sella al quale si era allontanato, proprio a Castello di Serravalle. Il mezzo era nei pressi di una fontana, coperto da foglie.

Nella zona del ritrovamento del cadavere, oltre lo scooter, era stata trovata la giacca nera, e domenica il portafoglio. Proprio a Tiola il telefonino del ragazzo aveva agganciato per l’ultima volta le celle del ripetitore. Da lì poi più alcun segnale. I genitori avevano fornito informazioni lanciando un appello per ritrovare il ragazzo anche sui social. Della scomparsa del 16enne si era occupata anche la trasmissione della Rai “Chi l’ha visto”.

a cura di Gennaro Sannino

Tags from the story
Written By
More from Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *