San Gennaro, il sangue si è sciolto: l’annuncio alle 10:07

Centinaia di persone si sono radunate, fin dall’alba, all’interno della Cattedrale del Duomo e sul sagrato, in attesa del Miracolo della liquefazione del sangue di San Gennaro.Immagine correlata

Secondo il programma ufficiale delle celebrazioni del 2018, alle ore 9.45 il Cardinale Crescenzio Sepe si è recato nella Cappella del Santo dove, con l’ausilio dell’Abate mons. Vincenzo de Gregorio, del Sindaco De Magistris e del Vice Presidente della Deputazione Carafa, provvederà all’apertura della cassaforte che contiene il Reliquiario con le ampolle del Sangue. Alle 8:40 circa si è concluso il Cerimoniale d’entrata. Alle 9:25 l’arrivo del sindaco Luigi de Magistris, pochi minuti dopo seguito dal Governatore Vincenzo De Luca, che ha parlato di San Gennaro anche in termini economici. Attimi di panico per la tentata aggressione al sindaco da parte di un uomo anziano, prontamente bloccato dai cerimonieri.

Particolarmente toccante il discorso del Cardinale Crescenzio Sepe, che dopo la liquefazione del sangue ha parlato di giovani, di emigrazione, di invecchiamento della società. “E’ una sconfitta quando i giovani voltano le spalle alla nostra terra e partono. Bisogna dare presente ai giovani, e amare Napoli come la amava San Gennaro”. Dopo il discorso il Cardinale ha accusato un lieve malore, dal quale si è comunque ripreso in tempo per la Chiusura della funzione.

Celebrazioni che sono iniziate ieri con la consueta marcia dei tedofori, provenienti dai luoghi simbolo del Santo (Catacombe di San Gennaro, Pozzuoli, dove Gennaro fu ucciso, e Antignano, dove avvenne il primo miracolo). Con l’accensione della lampada votiva per mano del Cardinale Crescenzio Sepe, la città ha iniziato l’attesa del Miracolo.

a cura di Mattea Bonica

Written By
More from Redazione

Migranti: Austria pronta a ‘proteggere i confini Sud’

Dopo l’accordo di Cdu e Csu e la pianificazione di zone di...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *