Parte da Spaccanapoli l’ambizioso progetto di Giuseppe Botta titolare del brand Kirò Gioielli

Nessun testo alternativo automatico disponibile.L'immagine può contenere: 1 persona, con sorriso, barbaDall’oltralpe al cuore pulsante della napoletanità: il brand “Kirò gioielli” propone una linea giovanile e versatile per donare un tocco di originalità a qualsiasi tipologia di look. Giuseppe Botta,titolare del brand,si racconta per il quotidiano La Notte:“Inizialmente la mia azienda era conosciuta con il nome “Gioielli Spaccanapoli”.Per chi non lo sapesse,Spaccanapoli è un’arteria viaria del centro antico di Napoli ed è una delle vie più importanti della città ove sono nato e cresciuto. Ho frequentato l’ Istituto d’Arte Filippo Palizzi di Napoli ed ho proseguito il percorso di formazione presso i mastri orafi di San Biagio dei Librai. In qualità di artigiano,vanto anche una specializzazione nella tecnica di incastonatura di pietre preziose ed ogni gioiello è realizzato a mano utilizzando oro, argento e gemme. Dunque, trascorrono diversi anni e solo dopo aver maturato un’esperienza importante nel settore prende vita un progetto ambizioso e di caratura nazionale, registrando il marchio ufficiale Kirò Gioielli e precisamente nel 2002.”

Potrebbe apparire scontato,ma ho una gran curiosità di chiederle: il termine “Kirò” cosa rappresenta? Il nome dell’attività racchiude alcuni ricordi d’infanzia, risalenti al periodo in cui ho vissuto con la famiglia in Germania.”Kirò”, per l’appunto, indica tutto ciò che si caratterizza per la sua originalità.”.

Mi sembra di capire quindi che la principale fonte d’ispirazione del brand “Kirò gioielli” sia la napoletanità in tutte le sue sfaccettature. “Giusta osservazione!E’ difatti vero che gran parte delle mie creazioni attingono ai sentimenti veraci di Napoli,dai simboli che caratterizzano la città e da personaggi simbolo che ne hanno fatto (in parte)la storia: tra questi il bracciale “Kazzimma”prendendo spunto da una frase del Presidente Aurelio De Laurentiis detta al termine di una partita contro il Real Madrid,così come il bracciale “un giorno all’improvviso”dedicato ai tifosi napoletani e in onore al cantautore Pino Daniele ho creato il bracciale “‘na tazzulell e’ café” richiamando per l’appunto un suo brano. Ma non solo: nella collezione firmata “Kirò gioielli” ci sono gli charme che riproducono i monumenti simbolo della mia città come Piazza del Plebiscito,Castel dell’Ovo,Maschio Angioino,Piazza del Gesù. Il mio intento è dare risalto a Napoli e alla napoletanità”

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Ha già pensato di proporre il suo prodotto nelle trasmissioni televisive?”Questa domanda casca a pennello! Ho registrato solo poche ore fa una televendita su Julie Italia, ma ho da sempre abbracciato il mondo della moda con sfilate ed il nostro personale concorso di bellezza “Miss Kirò“.

a cura di Maria ParenteL'immagine può contenere: 1 persona, primo piano

 

 

 

Tags from the story
, ,
Written By
More from Redazione

Aumentano le tasse sulle sigarette per finanziare pensioni e reddito di cittadinanza

  Sono 73 gli articoli che compongono la bozza della manovra 2019 e tra...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *