MIGRANTI, MINISTRO FONTANA: “ONU COME UE, VA RIFORMATA”

ROMA, 10 SET – “Prese di posizione e tentativi di ingerenza come quelli che arrivano dall’ Alto commissario per i diritti umani dimostrano ancora una volta che l’Onu è un organismo non nuovo a inopportuni sbandamenti ideologici. Del resto il passato insegna: l’ex presidente della Camera proviene proprio da quegli ambienti ed è nota a tutti la piega politica che ha assunto la sua storia nelle aule parlamentari”.
Così il Ministro Lorenzo Fontana dopo l’annuncio di Michelle Bachelet, neo Alto commissario Onu per i diritti umani.Immagine correlata
“Noi riteniamo che le Nazioni Unite, che dovrebbero essere super partes, non debbano fare il gioco dei globalisti filo-immigrazionisti, tra l’altro sfruttando i cospicui finanziamenti che giungono dall’Italia (solo nel 2017 sono stati oltre 94milioni di dollari). L’Onu è diventata una macchina elefantiaca, burocratizzata e ideologizzata, in questo non dissimile dall’Unione Europea. E come l’Unione Europa necessita di una radicale operazione riformatrice. A questo proposito bisognerebbe pensare a un confronto aperto con gli amici europei e con Usa e Russia per mettere a punto un progetto di riforma. Non abbiamo bisogno di costosi apparati burocratici utili a elargire stipendi, ma di una struttura che realmente tuteli i diritti fondamentali, a partire dal diritto delle popolazioni a non emigrare”.
Written By
More from Redazione

L’Inps INCONTRA i RIDER: L’Istituto illustrerà ai lavoratori le tutele previste dai loro contratti

L’Italia detiene, secondo le stime, dal 60% al 75% del patrimonio culturale...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *