Corigliano,È emergenza idrico-sanitaria in contrada Mezzofato

È emergenza idrico-sanitaria in contrada Mezzofato a Corigliano. Cinquanta nuclei familiari sono ormai da mesi senza acqua. Sul caso interviene la senatrice Abate (M5S Senato): “Invito le autorità competenti, in primis il commissario, a risolvere la grave situazione. Siamo davanti ad una probabile interruzione di pubblico servizio”.

 

“Da quanto s’apprende – spiega la senatrice – la linea della condotta idrica è stata costruita oltre 40 anni fa e partiva da un serbatoio. In anni più recenti, invece, era stata collegata ad una condotta principale”.  I problemi sono annosi e solo uno dei tratti della contrada è stata rifatta ma la prima parte della rete è rimasta la stessa da allora. Col tempo il tubo si è usurato, ci sono diverse perdite e – a dire dei residenti – ci sarebbero anche diversi allacci non regolamentari. “Anche quel poco di liquido che arriva – raccontano – è sporco, di color marrone, segno che ci sono rotture e infiltrazioni. I cittadini”. Sono oltre cinquanta i nuclei familiari rimasti senz’acqua che lamentano l’assenza del Comune sia quando c’era il sindaco sia anche ora con i commissari e si sono detti disposti, nel caso in cui il comune avesse problemi di natura economica, a rifare a loro spese il tratto della rete e a scontarne il costo dalle successive bollette. “La situazione va risolta – insistono – ci sono due pozzi, ma non sappiamo dove va a finire il liquido. Noi collaboreremo, l’importante è avere nelle case l’acqua”.

“Il problema – spiega la Senatrice Abate – c’è da anni ma da quattro mesi non hanno nemmeno quel poco di liquido che arrivava di notte e permetteva loro di riempire le cisterne. Ci sono famiglie che da cinque giorni sono senza acqua in casa. Siamo davanti ad una vera e propria emergenza igienico-sanitaria. Ed è ancora più grave la cosa perché i cittadini mi riferiscono che nessuno in comune risponda alle loro reiterate segnalazioni”.

Ormai, dunque, la situazione non è più sostenibile e tanto meno tollerabile. “Prego tutte le attività competenti, in primis il commissario – ha insistito – di far cessare questa emergenza idrica e sanitaria. Siamo davanti a una probabile interruzione di pubblico servizio in piena estate e nei nuclei familiari vivono anche anziani, ammalati e bambini. Non si può stare ancora un altro minuto in questa situazione”.

Written By
More from Redazione

Sauna, massaggi e… flebo: Chiara Ferragni si rimette in forma

La nuova casa a Citylife è pronta, ma prima di entrarci Chiara...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *