Venezia 75, da Roberta Giarrusso a Linda Morselli: in scena trasparenze hot

Capelli corti, glitter e perline sugli occhi, look aggressivo alla David Bowie, Natalie Portman è irriconoscibile nel film più atteso della settima giornata al Festival del Cinema di Venezia: “Vox Lux” del giovane e talentuoso regista Brady Corbet. L’attrice premio Oscar per “Il cigno nero” veste i panni di Celeste, cantante rock/punk, che deve fare i conti con una tragedia nazionale americana. Con lei nel cast anche Jude Law.Immagine correlata

Già vincitore del premio per la regia di “Orizzonti” e del Leone del futuro nel 2015 con “The Childhood of a leader” Brady Corbet, mette in scena qui un nuovo percorso verso la fama, quello di Celeste appunto, che da sopravvissuta a una tragedia nazionale diventa superstar pop. Il film abbraccia un arco di tempo di diciotto anni, dal 1999 al 2017, delineando alcuni importanti momenti culturali attraverso lo sguardo della protagonista.

L’ex bambina del film ‘Leon’ di Luc Besson, torna quindi, dopo “Jackie”, in cui interpretò una straordinaria Jackie Kennedy, nei panni inusuali di una popstar. La diva del cinema si trasforma con nonchalance in una cantante e ci sarà occasione anche per apprezzare la sua voce.

In concorso anche lo straordinario affresco, in cui l’arte ha un ruolo principale, di tre epoche della Germania, dal nazismo ad oggi, firmato dal regista premio Oscar per “Le vite degli altri”, Florian Henckel Von Donnersmarck, in “Opera senza autore” e “Acusada” di Gonzalo Tobal, sul vortice nel quale si ritrova una studentessa accusata di omicidio, al centro di un processo mediatico.

a cura di Rosa Catapano

Tags from the story
, ,
Written By
More from Redazione

Grande Fratello (nip), spuntano i nomi: ritorna Guendalina Tavassi e c’è l’ex tronista Cerioli

Grande Fratello 2018 NIP, Barbara D’Urso conduttrice. Al via dopo l’Isola dei...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *