Napoli Expò Art POLIS: il salotto dedicato al giornalista Luigi Necco ospita Pietro Ioia con la sua “Cella zero”

Esprimere il valore di una città tramite l’arte richiede dedizione,tempo e passione,oltre che una spiccata sensibilità. Un compito arduo ma gratificante quando le persone accorrono incuriosite da ogni angolo della città e non solo:il 16 luglio presso il Palazzo delle Arti di Napoli è stata inaugurata con grande entusiasmo la IV edizione di”Napoli Expò Art POLIS” presentandosi quale importante vetrina per le risorse creative del nostro territorio. Il progetto che quest’anno promuove il tema “Anime Partenopee” è ideato e curato da Daniela Wollmann e organizzato dall’associazione culturale creativiATTIVI,in collaborazione con Paola Mennillo(addetto stampa per la rassegna Napoli Expò Art Polis)e con l’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli che,per questa edizione,di avvale della collaborazione di Bruno Cuomo e Peppe Vitale per l’allestimento.

L’appuntamento con Napoli Expò Art Polis è andato negli anni consolidandosi quale punto di riferimento per le “anime artistiche” della nostra terra abbracciando la pittura,scultura,fotografia,architettura,design,videoart e live performances: tutti in vetrina per una grande estate d’arte “Made in Neapolis”.

Protagonista di giovedì 2 agosto è Pietro Ioia(ex detenuto,oggi capo dell’associazione “Ex-D.O.N”) un uomo che con umiltà e coraggio dedica ogni giorno della sua esistenza a divulgare le sofferenze e vessazioni cui sono costretti i detenuti,con particolare riferimento al carcere di Poggioreale: “E’ un autentico inferno-afferma con rabbia-sia per i detenuti che per gli agenti penitenziari che militano a Poggioreale. I detenuti sono malmenati quotidianamente e nel peggiore dei casi condotti nella “cella zero” su cui ho scritto un libro ed uno spettacolo teatrale curato da Antonio Moccia e la regia di Enzo Borrelli. Ricevo ogni giorno lettere in cui ,i detenuti,mi raccontano delle proprie sofferenze e dei loro problemi di salute appellandosi a me in qualità di “garante”poiché a livello istituzionale manca una figura che se ne prenda cura concretamente.” Il dibattito è moderato da Daniela Wollmann con l’intervista all’ospite Pietro Ioia a cura di Paola Mennillo. L’intervento dell’On.Salvatore Ronghi ,quale rappresentanza delle istituzioni politiche,ha contribuito ad arricchire il racconto “macabro” sulla sopravvivenza nelle carceri italiane ma necessario affinché si faccia informazione su un aspetto rilevante della società troppo spesso sottaciuto dai maggiori mass media. Presente al salotto “Napoli con…”, dedicato al compianto Luigi Necco, anche l’attore Ivan Improta che termina la serata con l’interpretazione di alcuni passi dal libro “Cella zero“.L'immagine può contenere: 2 persone, persone sedute, salotto e spazio al chiuso

Sono circa 100 gli artisti in mostra che hanno aderito al tema “Anime Partenopee”:gruppo artistico Argilrosa (Giovanna D’Ausilio, Angela De Luca, Giovanna Fauci, Carmen Goscè, Paola Impagliazzo e Sara Schetter), Aurora Aspide, Giulia Avallone 1, Giulia Avallone 2, Giuseppe Avolio, Ciro Balzano, Paolo Basco, Ludovica Bastianini,
Ambrogio Bosco, Luigi Busciè, Antonella Calabrese, Luigi Calì, Paola Capriolo, Luca Carnevale, Emanuele Casale, Bruno Ciniglia, Valeria Corvino, Claudia Cuomo, Gaetano D’Anna, Carlo Di Prisco, Salvatore Ciaurro, Elisabetta Colagrande, Francesca Confessore,Raffaele De Maio, Frank Dedo, Antonio Del Prete, Paola Del Prete, Massimiliano della Corte, Carmine dello Ioio, Dario di Franco, Paola Fenelli, Francesco Festa, Anita Fox,Silvio Frigerio, Gennaro Fusco, Isabella Greco, Cica Hay, Gabriella Imparato, Ida La Rana, Giuseppe Labate, Salvatore Lendi, Pasquale Manzo, Giordano Martone, Nicola Masuottolo, Riccardo Matlakas, Giuseppina Menna, Alessandro Minervini, Fabiana Minieri,Raffaele Miscione, Iole Monaco, Doriana Napoli, Simona Occhiuzzi, Francesco Paolantoni, Silvia Rea, Umberto Riccelli, Maurizio Romeo, Luciano Romualdo, Romina Russo, Daniela Sales, Raffaele Sangiuliano, Agostino Saviano, Sandra Statunato, Fausto Tafone, Giuseppe Tulino, Gerry Turano, Sandra Vassetti, Paolo Villani, Peppe Vitale,Raffaella Vitiello, Stefano Wolfler, Han Yohan, Mariella Zifarelli.

Gli eventi al PAN continueranno per tutto il mese e precisamente fino al 27 agosto: il 6 agosto alle ore 18.00 con Tony Cercola,8 agosto ore 17,30 con Maurizio De Giovanni e Marco Zurzolo,il 22 agosto alle ore 18.00 reading musicale “ultimi romantici”Claudio e Diana,24 agosto ore 18,00 presentazione del libro illustrato”Lo cunto di Zoza”tratto dalla giaba cornice “Lo cunto de li cunti” di G.Basile. Per maggiori informazioni sugli appuntamenti visitare il sito: http://www.comune.napoli.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/35848

a cura di Maria Parente

Written By
More from Redazione

Arturo accoltellato a via Foria „Accoltellato dalla baby gang, Arturo riconosce anche l’ultimo aggressore: il più giovane ha 12 anni

Arturo, il 17enne napoletano ferito a coltellate il 18 dicembre in via Foria, ha riconosciuto...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *