LAVORI SULLA A26, MIRELLA CRISTINA SI FA RELAZIONARE DA AUTOSTRADE PER L’ITALIA

Risultati immagini per mirella cristinaContinua l’impegno di Mirella Cristina per la sicurezza ed il miglioramento della viabilità del Vco. Nei giorni scorsi la deputata di Forza Italia si è interessata anche all’autostrada A26, «a cominciare – spiega Cristina – dai lavori che da anni si susseguono all’interno delle gallerie, con conseguenti e prolungate chiusure parziali al traffico e restringimenti di carreggiata che incidono notevolmente sulla normale fruibilità dell’autostrada da parte degli utenti». Proprio in questi giorni il tratto Arona-Verbania e quello tra Baveno e Carpugnino sono oggetto di due chiusure notturne ciascuno.

«Ho chiesto ad Autostrade per l’Italia una relazione dettagliata sullo stato dell’arte -continua la parlamentare azzurra – e mi è stato spiegato che si tratta di adattamenti alle nuove normative europee introdotte in materia».
Più nel dettaglio, si rilevava che proprio all’interno delle gallerie si è prodotta una situazione estremamente eterogenea: alcune hanno illuminazione a luci gialle, altre a luci bianche, altre ancora sia gialle che bianche. Inoltre, alcune sono dotate di led sulla parete sinistra nonché di pannelli che indicano la percorribilità o meno della corsia posti sopra l’imbocco e di illuminazione verde sulle uscite di sicurezza mentre altre non presentano tali dotazioni di sicurezza. «La ragione è che queste ultime sono un obbligo solo per le gallerie lunghe più di 500 metri – continua la deputata azzurra -. Autostrade per l’Italia ha già concluso gli adeguamenti in quelle sopra il chilometro di lunghezza, ed ora sta provvedendo anche a quelle tra i 500 e i 1.000 metri»

Di seguito si riportano alcuni chiarimenti circa i lavori che interessano l’A26 nel tratto tra Arona e Gravellona Toce. I lavori lungo il predetto tratto hanno ad oggetto l’adeguamento delle dotazioni impiantistiche delle gallerie superiori ai 500 mt e sono svolti in attuazione di quanto disposto dal D.Lgs 264/06 “Attuazione della direttiva 2004/54/CE in materia di sicurezza per le gallerie della rete stradale transeuropea”.

RELAZIONE FORNITA DA AUTOSTRADE PER L’ITALIA

Il Dlgs 264/06 per le gallerie superiori a 500 mt impone che l’impianto di illuminazione sia composto da:
sistema di illuminazione permanente sempre attivo all’interno della galleria
– sistema di illuminazione di rinforzo posto all’imbocco della galleria e attivo in orario
diurno per mitigare la discontinuità percepita dagli utenti nel passaggio dalla luce
naturale alla luce artificiale.
– illuminazione di evacuazione

I lavori finora eseguiti hanno consentito la realizzazione delle seguenti dotazioni
previste da D.Lgs 264/06:
alimentazione elettrica di Emergenza:
– illuminazione ordinaria (permanente+rinforzo)
-illuminazione di sicurezza:
– illuminazione di evacuazione (Picchetti Luminosi) gallerie > 1000m
– ventilazione galleria e pressurizzazione luoghi sicuri gallerie > 1000m
– stazioni di Emergenza (SOS) installate nei rifugi delle gallerie > 1000m
– segnaletica stradale (Luminosa) per gallerie di lunghezza > 1000m
– centro di controllo per gallerie di lunghezza > 1000m
-impianti di sorveglianza: TVCC per gallerie di lunghezza > 1000m
-rilevamento automatico incendio per gallerie di lunghezza > 1000m
– pannelli a Messaggio Variabile + Freccia Croce agli imbocchi per gallerie di lunghezza
> 1000
– sistemi di comunicazioni: impianto radio ad uso Polizia Stradale e Autostrade per
l’Italia

Le opere di prossima realizzazione interesseranno gli aspetti di ingegneria civile di maggiore impatto per completare le dotazioni di sicurezza delle gallerie.

Written By
More from Redazione

Caserta,paziente psichiatrico uccide un uomo in ospedale

Omicidio presso il servizio di Prevenzione, Diagnosi e Cura (Spdc) dell’ospedale di...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *