E’ salvo lo speleologo precipitato in una grotta nel cuneese

E’ salvo lo speleologo infortunatosi all’interno della Grotta della Mottera, in Alta Val Corsaglia, nel Cuneese. Dopo un intervento di oltre 36, i tecnici del soccorso alpino e speleologico nazionale – un centinaio quelli che si sono alternati nelle operazioni – lo hanno estratto dalla grotta. Imbarcato col verricello in elicottero, l’uomo è stato ricoverato in codice giallo all’ospedale di Cuneo.

Lo speleologo è stato fatto uscire dalla grotta in barella, grazie ai dispositivi di corda allestiti per superare il fiume sotterraneo. Per superare il salto di roccia di ottanta metri è stato necessario allestire un’ultima calata con le corde, verso una radura adatta al recupero col verricello da parte dell’eliambulanza del 118. Ai soccorsi hanno partecipato oltre 100 tecnici del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, di cui 80 speleologi delle Delegazioni di Piemonte, Liguria, Emilia Romagna, Lombardia e Toscana, 20 alpini della Delegazione Mondovì e il Soccorso Alpino della Guardia di Finanza.(ANSA)

a cura di Alessia Reitano

Written By
More from Redazione

Basilicata, acqua contaminata in mare, sigilli nell’impianto nucleare Itrec

La Procura di Potenza ha fatto eseguire stamani dai Carabinieri del Noe...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *