Spoleto Festival Art to Napoli:Giuseppe Petrarca presenta “L’avvoltoio”intervistato dal giornalista Francesco Grillo

Ospite del secondo appuntamento con il “salotto letterario” all’interno dello Spoleto Festival Art to Napoli è l’autore Giuseppe Petrarca, introdotto dal Prof.Luca Filipponi e intervistato egregiamente dal giornalista Francesco Grillo per Raitolibri, presenta “L’avvoltoio”: ultimo capitolo di una trilogia dallo sfondo noir,preceduto da Corpi senza storia. Un’indagine del commissario Lombardo e Inchiostro rosso. Sarà,dunque,proprio il Commissario Lombardo protagonista indiscusso della trilogia.

Ne L’avvoltoio, il protagonista si trova in Sicilia per riposare ma, ben presto, la sua attenzione e le sue energie sono rivolte all’indagine su un traffico di organi gestito da un’organizzazione criminale che si muove su scala internazionale, mietendo vittime anche tra i bambini e, al tempo stesso, su un’inaspettata epidemia scoppiata in un campo di accoglienza, dove mafiosi e politici collusi cercano di lucrare sulle vite degli immigrati, spostandoli in strutture da loro controllate.Già in Corpi senza storia – dove si racconta la “negazione” di ogni umana pietà all’interno di ospedali psichiatrici giudiziari – e in Inchiostro rosso – dove Lombardo si ritrova nel famigerato mondo delle lobby farmaceutiche e dei medici corrotti che operano per i loro profitti privati invece che per la salute dei loro assistiti –, Petrarca ha mostrato di avere, come afferma Maurizio De Giovanni in quarta di copertina, tantissime cose da raccontare. Lo scrittore napoletano, infatti, si è servito in questa come nelle sue prime opere di una sorta di osservatorio privilegiato, professionale e umano, costituito dalle sue attività nel campo assicurativo e umanitario, collaborando con l’organizzazione Medici senza frontiere. Di conseguenza, l’invenzione e la scrittura di Giuseppe Petrarca vanno al di là del genere letterario, che pure conosce bene e usa in maniera opportuna e articolata, adeguando gli strumenti e gli stilemi narrativi alla sostanza che proviene dalle cronache quotidiane di un mondo spietato. La presentazione termina con due emozionanti interpretazioni di alcuni paragrafi del libro con le Dott.sse Mariagrazia Salpietro(Presidente Ass. Joseph Beyus ed oltre)e Liliana Palermo. Il libro è edito dalla  Homo Scrivens di Napoli.

Prosegue la mostra artistica diretta dalla Dott.ssa Paola Biadetti (direttore arti visive)con l’esposizione di Opere che hanno catalizzato l’attenzione di tutti i presenti. Tra gli Artisti,Silvio Craia che offre un dialogo pieno di fermento che attraverso l’astrattismo e il tridimensionale dei suoi quadri, è capace di riprendere i fili del discorso tra arte contemporanea, sacro e terra riuscendo a far intuire l’oltre. Il concerto lirico del Soprano Tania di Giorgio(direttore artistico),accompagnata dalle note sofisticate del M°Alessandro Minci,conclude la seconda serata con l’interpretazione de ” I manoscritti di Montecassino” un’opera partorita “ dopo due anni di ricercatezza e duro lavoro“afferma il soprano. “Tradurre,comprendere e talvolta interpretare contesti musicali risalenti al sec. XVIII non è stato semplice: ma la nostra caparbietà ha superato ogni confine permettendoci di dare luce ad un lavoro unico del suo genere“.

Vi aspettiamo questa sera,lunedi 4 giugno, alle ore 17.00 presso il Santuario dell’Immacolata a Chiaia in via Fratelli Magnoni per il terzo appuntamento dello Spoleto Festival Art to Napoli: con il M°Silvio Amato e l’ass.Costierarte presentano l’autore Luciano Vanardi Cenelli.

a cura di Maria Parente

Written By
More from Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *