Euro Vision Song Contest 2018: trionfa l’Israele con Netta Barzilai

 

La 63^edizione del contest musicale più acclarato  a livello europeo si conclude con la vittoria di Netta Barzilai con il brano inglese “Toy”. Nata a Hod HaSharon il 22 gennaio del 1993, si è qualificata per l’Eurovision Song Contest attraverso un lungo concorso di selezione, un talent show che ha scelto soltanto l’artista mentre la canzone è stata scritta successivamente da due firme importanti della scena musicale israeliana, Doron Medalie e Stav Berger. Netta è  una ex militare: prima della leva obbligatoria, infatti ha trascorso sei anni come volontaria nei Nahal, una forza paramilitare israeliana. Dopo la leva ha proseguito invece nella banda della marina militare.Prima di dedicarsi al canto come professione ha anche svolto molti altri lavori, dalla cameriera, alla maestra d’asilo, sino a cantare alle feste ed agli eventi. Nell’anno funestato dallo scandalo sulle violenze sessuali passato alle cronache sotto l’hashtag #metoo è una canzone che tratta proprio delle donne usate dagli uomini e trattate come oggetti a vincere l’Eurovision Song Contest 2018, anche se il messaggio lanciato da Netta non arriva immediatamente all’ascoltatore, che viene inizialmente colpito dalla “chicken dance“.Contrariamente alla Jennifer Lopez di turno,Netta è una bella ragazzona dalla presenza imponente e dalla voce decisa: in pochi secondi s’impadronisce del palco “urlando”all’intera Europa il messaggio che intende trasmettere con la sua canzone. Ma non solo: la sua esibizione manda in delirio tutto il pubblico,richiamando con il suo kimono lo stile giapponese e l’acconciatura da geisha. Il vivace mix di Netta ha battuto una fiammeggiante performance della voce cipriota Eleni Foureira consegnando a Israele il quarto trofeo e ora il paese ospiterà l’evento il prossimo anno.Quinto posto per Fabrizio Moro ed Ermal Meta con il brano “Non mi avete fatto niente”.

a cura di Maria Parente

Written By
More from Redazione

Tutto quello che bisogna sapere sullo zucchero di canna: è vero che fa male?

Zucchero di canna: varietà La tipologia di zucchero di canna più diffusa...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *