Tommaso Piccioli, sopravvissuto sulle Alpi svizzere: ha fatto ginnastica per non dormire

Tommaso Piccioli è uno dei superstiti della tragedia sulle alpi svizzere nella haute route Chamonix-Zermatt, dove sono morti 5 italiani, inclusi i suoi tre amici di Bolzano. “Sto bene. Mi hanno appena dimesso dall’ospedale”: Tommaso è uno dei partecipanti alla spedizione.  Dice solo questo all’Ansa, che lo ha contattato al telefono. Alla famiglia ha telefonato ieri. “Mi ha detto ‘sto bene’ – racconta il papà Stefano, anche lui architetto – Sono all’ospedale. E’ successa una cosa gravissima e sono sopravvissuto grazie alla mia esperienza”.

 

Prima di chiamare il babbo, Tommaso aveva già telefonato alla madre e alla moglie australiana, con cui vive in Australia la maggior parte dell’anno. In Italia è tornato per votare, e anche per questa escursione. La sua è una vera passione per l’avventura. “Ma questa esperienza – spiega all’Ansa il padre Stefano, che coordina lo studio di architetti di Riccione per cui lavora anche Tommaso – è stata terribile. I suoi amici di Bolzano sono tutti morti”.
La notte al gelo è stata lunghissima e completamente buia.

a cura di Gennaro Sannino

Written By
More from Redazione

Sutri, risultati elezioni Comunali 2018, Vittorio Sgarbi è sindaco

Vittorio Sgarbi è il nuovo sindaco di Sutri, piccolo comune del viterbese...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *