Tra Italia e Ue scoppia la guerra dei porti

I porti italiani scendono in campo contro l’Europa. Rea di applicare costi ingiustificati sulle concessioni, penalizzando gli scali tricolori a vantaggio di quelli del Nord Europa. L’allarma, riportato oggi dalla Stampa, viene direttamente dal presidente di Assoporti, Zeno D’Agostino.Il fatto è che Bruxelles ha accusato gli scali italiani di non versare le tasse dovute per le concessioni, cosa che invece fanno al Nord. Per tutta risposta l’associazione ha ricordato come ad oggi sugli enti portuali gravano tasse per 100 milioni, che costringono le autorità ad alzare i costi del diporto del 30/40%, con il pericoli di far fuggire gli armatori.

a cura di Giuseppe Catapano

Tags from the story
Written By
More from Redazione

Omicidio Manuel Careddu, ucciso a 18 anni dal branco: un atroce sospetto si fa strada

Non possono considerarsi concluse le indagini sull’omicidio di Manuel Careddu, il giovane di Macomer...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *