Giudicate Voi in redazione: RECUPERO CREDITI,DIFFICOLTA’ E SOLUZIONI,COSA FARE?

Con la moderazione di Alfredo Mariani e la partecipazione della Dott.ssa Maria Parente(responsabile stampa AUGE),ospite del quarto appuntamento di Giudicate Voi in redazione è l’Avv. Fabio La Rotonda(foro di Napoli)che affronterà un argomento molto sentito dagli italiani: recupero crediti,difficoltà e soluzioni,cosa fare?

Il recupero crediti è un’attività  messa in atto da società specializzate. Si mira a ottenere il pagamento di un debito, sia quando il debitore si rifiuta di pagare, sia quando si trova in una situazione di momentanea difficoltà nell’adempimento degli obblighi contratti.In questi casi solitamente il creditore ricorre a società specializzate nell’attività di recupero crediti. Attraverso operatori esperti viene contattato il debitore al fine di ottenere il pagamento dei debiti non ancora onorati.Quando la società di recupero contatta il debitore deve sempre presentarsi e riferire immediatamente per conto di chi sta telefonando e per quale credito.È diritto del debitore conoscere il nome dell’operatore, della società di recupero crediti e del creditore per il quale si sta tentando il recupero.La società di recupero deve sempre contattare l’interessato da un numero visibile.Al contrario, vengono spesso segnalati casi di telefonate da numeri anonimi.Le società di recupero crediti non possono riferire al debitore informazioni false e ingannevoli al solo fine di intimorirlo. In particolare, i soggetti incaricati al recupero non possono minacciare azioni o iniziative legali sproporzionate, puramente fantasiose o vessatorie.Un esempio di false affermazioni delle società di recupero:il mancato pagamento dei debiti è un reato e si rischia il carcere: al contrario, si tratta di un inadempimento di natura civilistica e non configura mai illecito penale. Esso può dar luogo, al massimo, a un recupero crediti con l’ufficiale giudiziario;Spesso le società di recupero crediti minacciano l’iscrizione del debitore nella banca dati della Crif. Ciò è possibile solo se il debito è stato contratto con una banca o una finanziaria. Negli altri casi, invece (per es. società telefoniche, della luce, paytv ecc.) non è possibile alcuna segnalazione.”

La puntata si conclude con il consiglio di lettura della Dott.ssa Maria Parente: questa settimana con l’Imponderabile di Anna Bartiromo(Graus Editore) :”Un pallido filo rosa si dipana lungo le vie di Ginì, Kim, Beth, Ketty, Foeba: è identità-realtà-autocoscienza, trinomio che si scompone, ricompone e trasforma d’intreccio in intreccio negli otto racconti di Anna Bartiromo. Dai freddi toni hopperiani dei quadri di solitudine metropolitana “Due sul marciapiede”, “Storia di Kim”, “Chat”- ove l’identità è un meccanismo ad orologeria – al tenue richiamo di madeleines intinte nel tè di “Oltre lo specchio” e, a chiudere il cerchio, “Lo Sconosciuto” e “L’incompresa”: racconti che si “spogliano” fino a farsi nudi schizzi con finale a sorpresa. I personaggi che animano le storie si ritrovano coinvolti in uno scontro con la realtà e, prima ancora, con se stessi. Anna Bartiromo firma un romanzo introspettivo, offrendo squarci di vite che sfuggono a qualsiasi tentativo di precisa valutazione e il cui filo conduttore è l’imponderabile.”

E,a seguire,l’intervento del Prof. Giuseppe Catapano(Rettore AUGE e Docente Centro Studi Ctp):”Spesso il nostro codice di procedura civile non fornisce gli strumenti necessari per la certezza del recupero dei crediti . Per fare fronte a questo problema,dunque,è necssario ricorrere per primo agli strumenti giudiziali e stragiudiziali anche attraverso la mediazione sarà quindi possibile addivenire ad un accordo di chiusura di queste posizioni debitorie ed individuare gli strumenti necessari per far fronte alla situazione di recupero crediti. Diffidate degli avventurieri del recupero crediti,ovvero ccoloro che gestiscono crediti per conto terzi finendo per perdere quasi certamente il credito stimato. Il recupero crediti è fondamentale poiché garantisce la continuazione della vita societaria. Cosa fare?Affidarsi a professionisti formati: con l’Accademia AUGE ed il Centro studi CTP portiamo avanti un corso di formazione,di preparazione per gli avvocati incaricati di seguire il recupero crediti. Assicont mette a disposizione i professionisti istruito nella trattativa di chiusura e nella individuazione della strategia idonea al conseguimento del recupero crediti. Ogni giovedì vi aspettiamo con Giudicate Voi in Redazione e vi invito ad inviare le vostre domande o richieste scrivendo all’e-mail:infogiudicatevoi@gmail.com”

a cura di Maria Parente

E’ possibile rivedere la puntata o per chi l’avesse persa al link seguente:

Written By
More from Redazione

Corona: “Voglio riconquistare Silvia. Ma il mio grande amore resta Belen”

Fabrizio Corona non è cambiato in carcere, è solo diventato più rancorosa....
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *