Cervello degli anziani non invecchia perché i neuroni si rigenerano. Lo studio

La scienza ha dimostrato che gli anziani, sia le donne che gli uomini, possono generare nuove cellule cerebrali proprio come succede alle persone più giovani. E’ quanto emerge da una ricerca condotta da un team di ricercatori americani diretti dalla dott.ssa Maura Boldrini, la quale è riuscita a dimostrare la capacità che hanno, i cervelli anziani sani, di produrre migliaia di nuovi neuroni proprio come fanno i cervelli più giovani.La ricerca ha analizzato la riproduzione delle cellule nel cervello umano prendendo in esame l’ippocampo di 28 soggetti sani tra i 14 e i 79 anni, morti all’improvviso. Per la prima volta, dei ricercatori hanno fotografato i neuroni appena formati di diversi soggetti campione e lo stato dei loro vasi sanguigni all’interno dell’intero ippocampo umano, subito dopo la morte. Il team, inoltre, aveva stabilito che i soggetti in vita non erano affetti da disturbi cognitivi e non avevano sofferto di depressione o assunto antidepressivi. Tutte queste problematiche, secondo la dottoressa Boldrini, avrebbero potuto bloccare la produzione di nuove cellule cerebrali.I cervelli più vecchi fra quelli studiati, dunque, hanno prodotto nuove cellule cerebrali. “Abbiamo trovato un numero simile di progenitori neurali intermedi e migliaia di neuroni immaturi” fra i soggetti delle varie età, scrivono gli studiosi della ricerca. La dottoressa Boldrini ipotizza anche che la ridotta capacità cognitiva ed emotiva che si manifesta talvolta nella vecchiaia possa essere causata da un piccolo insieme di cellule staminali neurali, dal declino della vascolarizzazione e dalla ridotta connettività fra le cellule all’interno dell’ippocampo.

a cura di Maria Parente

 

Tags from the story
Written By
More from Redazione

Luci ed ombre della storia

Non tutti gli uomini che hanno attraversato la storia hanno avuto gli...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *