Governo, Renzi sondaggi KO: solo 7 elettori Pd su 100 lo rivogliono segretario

Mentre al Quirinale fervono le consultazioni per la formazione del nuovo Governo, si consuma un dramma tutto interno al Partito Democratico. Un dramma segreto e occulto, palesato nella più recente puntata di Piazza Pulita. Un sondaggio Index, realizzato appositamente per il programma condotto da Corrado Formigli, è un’autentica doccia fredda per le ambizioni dell’ex segretario Pd Matteo Renzi, finito ai minimi storici della sua popolarità.Secondo i dati, infatti, solo sette elettori Pd su cento lo rivorrebbero segretario, al quinto posto alla pari di Walter Veltroni, Dario Franceschini e Andrea Orlando.A giudicare dal sondaggio Index, il preferito degli elettori dem alla guida del Pd risulta Maurizio Martina, l’attuale “reggente”, con il 17 % delle preferenze. Seguono al secondo posto Gianni Cuperlocon il 14 %, e al terzo Matteo Richetti al 12 %. Graziano Del Rio e Dario Franceschini si classificano al quarto posto con l’8 %, mentre al settimo troviamo Nicola Zingaretti con il 6 % e l’osannatissimo Carlo Calenda all’ultimo posto con un misero 3 %.Un’alta percentuale non sa rispondere, l’11 % degli intervistati. Un’autentica batosta per l’ex premier, resa ancor più amara dal fatto che, secondo i dati Index, gli si preferisce di gran lunga Gianni Cuperloche, su molti gruppi social vicini a Renzi, viene invitato continuamente ad andarsene dal partito. Per non parlare del fatto che Renzi si ritrova allo stesso livello di popolarità di Andrea Orlando, visto come una spina nel fianco fin dai tempi delle primarie oltre che una specie di favoreggiatore occulto del m5s e della possibile alleanza di governo con Luigi Di Maio. Matteo Renzi è  dunque davvero finito?

a cura di Mattea Bonica

Tags from the story
Written By
More from Redazione

Champions League, Messi e Casillas riscrivono la storia

Per entrare ancora una volta nella storia Leo Messi ci ha messo...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *