Giudicate Voi in Redazione: Contenzioso bancario,come difendersi?

Per il terzo appuntamento di “Giudicate Voi in redazione” ospite l’Avv.Salvatore Soviero(Foro di Nola e docente formatore AUGE)chiamato a rispondere sul contenzioso bancario. Alfredo Mariani, moderatore del dibattito, rivolge all’avvocato una domanda ben precisa: in che modo i cittadini possono difendersi in ambito di un contenzioso bancario?

“La procedura di contenzioso bancario è uno strumento di fondamentale importanza per la tutela di tutti coloro i quali (con una linea di credito di entità ragguardevole) siano stati o siano attualmente oggetto di usura bancariaanatocismo o altri interessi extra legali ed occultati all’atto della stipula. Si tratta, dunque, di una procedura utilizzata soprattutto da imprenditori vessati dagli interessi bancari, spesso illegittimi, o da investitori di grande o media liquidità sottoposti a costi occulti: il processo di contestazione è infatti piuttosto lungo e oneroso dal punto di vista economico, e non è il metodo più consigliabile per il piccolo risparmiatore visto che, spesso, viene restituita al correntista solo una percentuale del dovuto. Il contenzioso serve quindi a recuperare solo in parte il credito non dovuto all’istituto bancario, tramite una vera e propria causa in sede giudiziaria. Prima di avviare una procedura di contenzioso è ovviamente necessario valutare la fattibilità della causa ed i possibili risultati economici.Solitamente, per aprire un contenzioso bancario ci si affida ad uno studio di avvocati specializzati nel ramo del diritto bancario: lo studio richiederà tutta la documentazione relativa al conto corrente oggetto di contestazione. Una volta raccolta la documentazione necessaria, questa andrà presentata allo studio di professionisti scelto, che procederà a effettuare una valutazione completa del tasso d’interesse globale applicato, verificare eventuale anatocismo e valutare tramite perizia specializzata la presenza di usura o interessi non esplicitati alla stipula del fido o dell’investimento. Una volta verificata la fattibilità di un contenzioso, si avvia una procedura di trattativa diretta con l’istituto bancario interessato. “ La puntata si conclude con il consiglio di lettura della Dott.ssa Maria Parente ,questa settimana l’autore Stefano Fusella ed il suo libro”Nella mente e nell’anima”(Graus Editore): tutti sono avvolti nella noia quotidiana e cercano di sfuggirla. In quelle onde satellitari c’è tutto il reale della vita che stai vivendo…io ogni mattina guardavo questo film, a cui avevo dato anche un titolo “Il sale della terra”. Me lo guardavo come se fossi in attesa nell’aeroporto di Hong Kong, si in quella moltitudine non c’era solo noia, c’era il sale della terra, quello che riavvolge il carillon del nostro pianeta.

A seguire l’intervento del Prof.Giuseppe Catapano(Rettore AUGE) “Le banche sono una struttura finanziaria al servizio della cittadinanza. Nel ’93 siamo passati al TU bancario ma viviamo ancora oggi un momento particolare dove le banche che sono soggetti di diritto privato ma agiscono come soggetti di diritto pubblico: ciò solo nelle condizioni unilaterali dei loro interessi. Vi siete mai domandati perché si parla così tanto di contenzioso bancario?Perché da parte delle banche c’è l’uso di una contrattualistica che presenta delle anomalie,che si tratti di usura o anatocismo siamo nel campo di anomalie contrattuali che nascono al momento della contrattazione. Che si tratti di finanziamento semplice,sia del contratto di cessione dello stipendio,sia del contratto di leasing o di mutuo. Ma come mai in Italia la maggior parte dei mutui son fondiari?Perché le rate sono così alte ed il riscatto sempre così piccolo?perchè quando effettuiamo un acquisto nei centri commerciali ci vengono richieste le carte di credito revolving e non il finanziamento credito al consumo? Questi sono alcuni esempi di anomalia contrattuale,argomento affrontato nei miei libri “Banche e anomalie”. Con il Centro studi CTP,Auge ed Assicont,offriamo corsi di formazione sia per i professionisti che per l’utente. Le imprese in più godranno del vantaggio a costo zero poiché i corsi sono finanziati dalla Commissione Europea di cui Assicont fa parte e può chiedere finanziamenti ad hoc per la formazione. Le anomalie bancarie influenzano e non poco l’economia italiana: le aziende chiudono,le famiglie sul lastrico a causa della posizione debitoria nei confronti delle banche. Assicont,Giudicate Voi ed io stesso resto a disposizione per risolvere ogni vostro dubbio: contattateci!

Per maggiori informazioni ,dubbi e domande,scriveteci all’indirizzo: infogiudicatevoi@gmail.com

a cura di Maria Parente

Written By
More from Redazione

POLITICA ESTERA: ITALIA, BANCHI DI PROVA DEL PROSSIMO GOVERNO

Può sembrare prematuro, in questa situazione di grande incertezza sugli scenari del dopo...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *