EVOLUZIONE METEO PROBABILE SINO AL 15 APRILE 2018

L’Africa tenderà a bussare alle porte; nelle prossime due settimane il Nordafrica tenderà a riscaldarsi sensibilmente, ciò anche per cause naturali, che succede con l’avanzare della stagione calda, ma anche per l’espandersi verso nord dell’anticiclone subtropicale, ovvero l’autore delle frequenti calde stagioni estive dell’ultimo ventennio.
In contrapposizione a ciò, aria molto fredda continuerà a interessare il Nord Europa, e ad avvicinarsi a tratti anche parecchio all’Italia, dove scorrerà un canale di masse d’aria temperate, che si alterneranno a quelle più fredde e poi a tratti anche molto più calde.
Pertanto, il periodo di previsione potrebbe vedere forti variazioni di temperatura, quindi giornate fresche e ventose, alternate ad altre miti o addirittura calde soprattutto nel Centro e sud d’Italia.
La primavera italiana e anche quella che abbiamo appena illustrato. Nel frattempo, alcune perturbazioni provenienti dall’Oceano Atlantico potrebbero attraversare l’Italia, e apportare nuove precipitazioni che ormai saranno sempre più frequentemente sotto forma di rovescio e temporale.
La bella stagione avanza, e lo dimostra anche il cambiamento del tempo.
Per quanto riguarda la temperatura, in linee generali, questa tenderà progressivamente a salire e a divenire sempre più mite.Ma attenzione, per il caldo estivo ed il tempo stabile dovremmo parlarne davvero molto più avanti, questa è solo la Primavera non è di certo l’Estate, peraltro stiamo discutendo dell’evoluzione meteo di uno scorcio del mese di aprile, periodo dell’anno notoriamente molto variabile.

CONCLUDENDO
Insomma, la tardiva Primavera prevista in precedenza appare scongiurata: le previsioni sono cambiate, ma c’era da aspettarselo? Tutto sommato no, infatti tutti gli indici climatici davano un mese di aprile molto variabile con temperature sotto la media, ma le attuali di tendenza dei modelli matematici di previsione, sempre considerando che il tutto sarà da confermare, smentiscono le previsioni di un periodo con temperature sotto media e di frequente maltempo.La causa di questa variazione è assai complessa, in questa rubrica ci è consentito sottolineare che non avremo lo sconquasso che avrebbe rallentato l’avvio della bella stagione. Perciò, tutto sommato avremo un periodo dal clima abbastanza simile alla media. Una riflessione è obbligatorio farla, e sappiamo d’essere ripetitivi, ma abbiamo bisogno ancora di tanta pioggia prima che giunga la siccità estiva, quella che affligge i climi mediterranei, e quindi buona parte d’Italia, d’Estate.
Le previsioni per il periodo prospettato, non vedrebbero grandi precipitazioni, e questo inizia a non piacerci, in quanto, se c’è consentito, vorremmo che il clima fosse nella normalità e che in Italia si risolvesse definitivamente il deficit pluviometrico.

RICORDIAMO SEMPRE CHE QUESTA RUBRICA
Non è una previsione meteo, bensì una linea di tendenza approssimativa dell’evoluzione del tempo che potremmo avere nel periodo. Il bollettino si basa sull’attenta analisi di un esperto dei modelli matematici di previsione.

Written By
More from Redazione

Thailandia, riprese le operazioni di recupero degli otto ragazzi e dell’allenatore ancora nella grotta

Entra nel secondo giorno l’operazione di salvataggio di 8 dei 12 ragazzi rimasti intrappolati...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *