Fabrizio Frizzi ha lottato senza poter tagliare il traguardo. La carriera,la malattia,il matrimonio

Un risveglio traumatico,questa mattina,per milioni di italiani con la notizia della morte di Fabrizio Frizzi. Un “giovane”uomo che all’età di soli 60 anni ha dovuto lasciare questa terra,il suo lavoro e la famiglia. Il calvario ha inizio quando il 23 ottobre scorso fu colto da un malore, una ischemia, durante la registrazione di una puntata del programma «L’Eredità». Venne ricoverato al Policlinico Umberto I di Roma dove fu dimesso alcuni giorni dopo. Il conduttore tornò in tv a dicembre, sempre alla guida del programma di RaiUno. «L’Eredità è una gioia, fa bene anche al fisico – scherzò con Vincenzo Mollica annunciando il suo ritorno sugli schermi -. L’adrenalina sento che mi aiuta a stare meglio». Lo scorso 5 febbraio aveva compiuto 60 anni. Parlando della malattia disse: «Non è ancora finita. Se guarirò, racconterò tutto nei dettagli, perché diventerò testimone della ricerca. Ora è la ricerca che mi sta aiutando».

Fabrizio Frizzi ha esordito in Rai con la tv dei ragazzi nella trasmissione a 20 anni con ‘Il barattolo’ nel 1980. Da ‘Scommettiamo che’ a ‘Europa Europa’, dal preserale ‘Luna park‘ alla maratona benefica ‘Telethon‘, è diventato uno dei volti più popolari e amati di RaiUno.Ha condotto per 15 anni Miss Italia (e proprio al concorso nel 2002 ha conosciuto la moglie, giornalista a Sky Tg24).Grande appassionato di musica, fratello di Fabio il musicista autore di grandi colonne sonore, ha conquistato il pubblico giovane mettendosi in gioco come concorrente di ‘Tale e quale show‘ condotto da Carlo Conti, di cui era grande amico, con cui ha fatto la staffetta per L’eredità. Frizzi è stato anche doppiatore dei film d’animazione: la sua voce è indissolubilmente legata al cowboy di Toy Story.Malgrado siano 73 i programmi condotti quello in cui il pubblico lo ricorderà sempre è Miss Italia: Fabrizio, infatti è stato il padrone di casa del concorso di bellezza per ben sedici edizioni, dal 1988 al 2002 e dal 2011 al 2012. Seppure la sua carriera sia indissolubilmente legata al piccolo schermo e, in particolare, al ruolo di conduttore, Frizzi negli anni si è distinto anche come doppiatore e, in qualche caso, come attore di fiction. Non solo, ha anche partecipato in qualità di concorrente in programmi di successo, come ‘Ballando con le stelle’. Ma nella carriera di Frizzi anche l’Arena di Verona nella Vedova Allegra nel ruolo del barone Mirko Zeta, con Cecilia Gasdia e Luca Canonici e la partecipazione di Andrea Bocelli. Nella sua vita due matrimoni: nel 1992 con Rita Dalla Chiesa,matrimonio finito nel 2002 e,nel 2014,con l’ex Miss Italia Carlotta Mantovan da cui ha avuto una figlia,Stella.

L’addio ad un grande uomo,una persona perbene e pulita nell’aspetto e nell’animo,un professionista serio e garbato sempre pronto a nuove avventure e sfide. Umile come pochi: seppur si sia reso protagonista di gesti meritevoli di plauso e lode(quando ha donato midollo osseo salvandola vita ad una donna) e nominato commendatore dall’allora Presidente Giorgio Napolitano : mai un cenno,né una parola. Solo un grande vuoto che,nella giornata di lunedì 26 marzo ,spiazza l’Italia intera: addio Fabrizio,che la terra ti sia lieve.

a cura di Maria Parente

Written By
More from Redazione

Cristiano Ronaldo accusato di stupro. La denuncia : “Abusò di me a Las Vegas”

L’onda del #metoo non risparmia Cristiano Ronaldo. La donna che lo accusa...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *